ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 71 a 80 DI 100

18/03/2024 10:15:00 Una revisione ne stima l’incidenza negli utilizzatori

Gli effetti neuro-psichiatrici dei glucorticoidi sintetici
L’utilizzo dei glucocorticoidi sintetici è correlato a un maggior rischio di sintomi neuro-psichiatrici. Si tratta di farmaci ampiamente utilizzati per le loro proprietà anti-infiammatorie.
«Benché siano farmaci estremamente efficaci, sono responsabili di numerosi eventi avversi, inclusi disturbi neuro-psichiatrici», ricordano Vincenzo De Geronimo, Palma Dicorato e Cinzia Pupilli, con i componenti della Commissione Farmaci AME (Associazione Medici Endocrinologi) coordinata dallo stesso De ... (Continua)

15/03/2024 10:14:46 Le donne depresse rischiano infarto, ictus e angina

La depressione spezza il cuore
Uno stato depressivo alimenta i problemi cardiovascolari. Chi soffre di depressione mostra infatti un maggior rischio di malattie cardiovascolari come infarto, ictus e angina.
La depressione ha l’effetto di aumentare i livelli di cortisolo nel sangue, il sistema simpatico risulta iperattivo e aumenta il rilascio di catecolamine (noradrenalina e serotonina) che inducono tachicardia e alterazioni della frequenza cardiaca con rischio di aritmie e trombosi.
Tutti effetti più ... (Continua)

14/03/2024 12:34:00 Dimostrata l’immunità prolungata rispetto al virus

Covid, i linfociti T proteggono anche senza anticorpi
I vaccini hanno svolto un ruolo cruciale nella riduzione della morbilità e mortalità causate da SARS-CoV-2. Tuttavia, l'emergere di nuove varianti del virus in grado di eludere la risposta anticorpale solleva interrogativi sull'efficacia a lungo termine di questa strategia. La ricerca, pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature Immunology, apre nuove prospettive sulla comprensione della risposta immunitaria contro il virus, mettendo in luce il ruolo fondamentale dei linfociti T come arma di ... (Continua)

12/03/2024 12:50:00 L’intervento chirurgico sembra aumentarne l’incidenza

Malattia di Cushing, rischio di malattie autoimmuni
I pazienti sottoposti a intervento chirurgico per la malattia di Cushing mostrano un aumento del rischio di malattie autoimmuni entro 3 anni dal raggiungimento della remissione.
A dimostrarlo è uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine da un team coordinato da Lisa Nachtigall, direttore della Clinica dei tumori neuroendocrini e ipofisari al Massachusetts General Hospital di Boston, secondo cui il rischio di malattie autoimmuni in questa categoria di pazienti è più alto rispetto a ... (Continua)

12/03/2024 12:20:00 Ma solo quelli di grado moderato o grave

Cancro al cervello, traumi cranici come fattori di rischio
I traumi cranici di grado moderato o grave sono potenziali fattori di rischio per l’insorgenza di un cancro al cervello. Lo dice uno studio pubblicato su Jama Network Open da un team della University of Health Sciences di Bethesda, che segnala tuttavia come l’effetto non sia associabile anche ai traumi cranici lievi.
Lo studio, realizzato su 1.919.740 veterani delle guerre in Afghanistan e Iraq, è firmato da Ian Stewart, che spiega: «Il cancro al cervello si verifica in 7 persone circa su ... (Continua)

12/03/2024 09:53:00 Cosa si può fare per migliorare la qualità di vita e ridurre la mortalità

Gli interventi per i pazienti con insufficienza cardiaca
Una terapia medica prescritta sulla base delle linee guida può garantire benefici evidenti in termini di mortalità e morbilità nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta (HFrEF). Tuttavia, spesso le linee guida non vengono implementate a dovere.
È quanto evidenzia uno studio pubblicato su Jama Cardiology da un team dell’Università della California di Los Angeles diretto da Amber Tang. Gli scienziati americani hanno consultato gli archivi PubMed, Embase, ... (Continua)

12/03/2024 09:18:07 Le superstizioni più diffuse su crescita e perdita

I falsi miti sulla cura e la caduta dei capelli
I capelli, simbolo intramontabile di bellezza e vitalità, hanno suscitato nel corso della storia vari luoghi comuni e falsi miti sulla loro salute. Oggi, grazie ai progressi scientifici, comprendiamo meglio le cause della caduta dei capelli, offrendo soluzioni come il trapianto o trattamenti come Minoxidil e Finasteride.
Grazie agli esperti del Gruppo Insparya, tra i leader europei nel settore della cura dei capelli, elenchiamo alcune tra le superstizioni più diffuse sulla ... (Continua)

11/03/2024 10:10:00 Sufficienti per ridurre il rischio della malattia

Scompenso cardiaco, 3.000 passi per le donne anziane
Servono 3.000 passi al giorno alle donne anziane per ridimensionare il rischio di scompenso cardiaco. A rivelarlo è uno studio pubblicato su Jama Cardiology da un team dell’Università di Buffalo guidato da Michael Monte, che spiega: «Si tratta di una scoperta unica nel suo genere perché ci sono pochissimi dati pubblicati sull’attività fisica e lo scompenso con frazione di eiezione conservata».
I ricercatori hanno valutato l’impatto dell’attività fisica e del tempo sedentario sul rischio di ... (Continua)

08/03/2024 11:30:00 L’uso prolungato della droga influenza le connessioni cerebrali

La cocaina interrompe le comunicazioni nel cervello
L’assunzione prolungata di cocaina ha effetti critici sul cervello, ostacolando le connessioni fra le reti neurali. A scoprirlo è uno studio pubblicato su The Journal of Neuroscience da un team dell’Università della Carolina del Nord.
Servendosi di modelli murini e tecniche avanzate di neuroimaging, gli scienziati hanno esplorato i cambiamenti nelle dinamiche della rete cerebrale dei topi dopo la somministrazione di cocaina per un periodo di 10 giorni seguito da un periodo di ... (Continua)

07/03/2024 17:20:00 Intervento più sicuro per l’ipertrofia del collo vescicale

Prostata, nuova tecnica per preservare l’eiaculazione
Nuovi strumenti diagnostici, terapeutici e chirurgici sono pronti a rivoluzionare gli interventi sul tumore alla prostata. Non solo: un cambiamento radicale è previsto per l’ipertrofia del collo vescicale, una patologia che colpisce spesso una popolazione in età giovane, tra il 20 e i 50 anni. Gli approcci terapeutici fin qui disponibili mettevano a rischio l’eiaculazione del paziente, con riflessi anche psicologici; una nuova tecnica, invece, permetterà di conservare anche la capacità ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale