ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 91 a 100 DI 100

25/10/2022 14:40:00 Rallenta la progressione della malattia migliorando i sintomi

Alzheimer, la stimolazione magnetica funziona
È efficace il trattamento di stimolazione magnetica transcranica nelle persone affette da Alzheimer. Lo dimostra per la prima volta pienamente uno studio congiunto di Fondazione Santa Lucia Irccs di Roma, Università di Ferrara e Università di Tor Vergata di Roma.
I dati sono relativi a uno studio di fase 2 realizzato su 50 pazienti per 6 mesi. "Il nostro è il primo studio in cui si utilizza la stimolazione cerebrale non invasiva nell'Alzheimer con lo scopo di rallentare la progressione ... (Continua)

20/10/2022 17:00:00 Cinque o meno ore a notte sono troppo poche

Dormire di più per stare meglio
Dormire appena cinque o meno ore per notte comporta un aumento del rischio dal 30 al 45% di ammalarsi di più malattie croniche nei soggetti con oltre 50 anni. A dirlo è un nuovo studio pubblicato su Plos One da un team dell'Université Paris Cité, dell'Inserm, dell'University College London e dell'Università di Helsinki guidato da Séverine Sabia.
I ricercatori hanno raccolto i dati di uno studio britannico iniziato nel 1985, esaminando la durata del sonno autoriferita all’età di 50, 60 e 70 ... (Continua)

14/10/2022 16:34:00 Brevi cicli di dieta mima-digiuno sembrano rallentarne la progressione

Una dieta per contrastare l’Alzheimer
Brevi cicli di una dieta che imita il digiuno sembrano ridurre i segni dell'Alzheimer. Sono questi i risultati di uno studio apparso sulla rivista scientifica Cell Reports. I ricercatori, guidati dal Prof. Valter Longo in collaborazione con i professori Christian Pike e Pinchas Cohen della USC (University of Southern California) “Leonard Davis School of Gerontology”, hanno scoperto che i topi che avevano seguito diversi cicli di una dieta mima-digiuno mostravano livelli più bassi di due ... (Continua)

14/10/2022 10:20:00 Alterazioni della flora intestinale connesse con molte patologie gravi

Un’alimentazione sana per prevenire le malattie
Un’alimentazione con più verdure e il giusto apporto di carni è fondamentale per cercare di prevenire tumori come quello al colon retto ma anche patologie degenerative come l’artrite reumatoide e l’aterosclerosi.
Sono queste le conclusioni di uno studio pubblicato sull’importante rivista scientifica internazionale Nature Scientific Reports.
Si tratta di una ricerca davvero importante condotto dal gruppo appartenente ai laboratori di Biologia Molecolare e di Analisi chimico cliniche e ... (Continua)

11/10/2022 16:40:00 Alla base ragioni legate agli enzimi

L’Alzheimer preferisce le donne
C’è un enzima alla base del maggior tasso di incidenza del morbo di Alzheimer fra le donne. David King, coordinatore di una ricerca della Case Western Reserve University pubblicata su Cell, spiega: "L'eccessiva attività dell'enzima USP11 nelle femmine determina la loro maggiore suscettibilità alla proteina tau nella malattia di Alzheimer”.
Gli scienziati hanno notato nelle donne una maggiore espressione di un enzima legato al Cromosoma X chiamato peptidasi 11 specifica dell'ubiquitina ... (Continua)

03/10/2022 17:35:00 L’algoritmo si basa sull’ascolto dei colpi di tosse

Un’app riconosce il Covid come un tampone
Un’app che fa le veci di un tampone. È quanto promette Pfizer, che ha acquisito la tecnologia sviluppata dall’azienda australiana ResApp, che si occupa da tempo di assistenza sanitaria digitale.
L’applicazione sembra in grado di diagnosticare Covid-19 basandosi sul rumore prodotto dai colpi di tosse. Secondo gli esperti, il grado di attendibilità è del 92% circa, una percentuale sovrapponibile a quella garantita dai tamponi antigenici.
L’applicazione si basa su una tecnologia centrata sul ... (Continua)

30/09/2022 10:21:00 Il composto svolge un’azione vasodilatatoria

La nitroglicerina ferma il Covid
Una soluzione esplosiva quella ideata da ricercatori dello Scripps Research Institute di San Diego per fermare Covid-19. Gli scienziati americani hanno sintetizzato un nuovo farmaco, l’Nmt5, che appare in grado di alterare in maniera temporanea i recettori Ace2 in maniera che Sars-CoV-2 non riesca ad attaccarsi alle cellule.
"La cosa bella di questo farmaco è che riesce a modificare il virus facendolo rivolgere contro sé stesso”, spiega il professore Stuart Lipton. “Lo stiamo armando con ... (Continua)

29/09/2022 15:45:00 Migliorata la memoria episodica negli anziani

I multivitaminici riducono il rischio di declino cognitivo
L’assunzione giornaliera di multivitaminici per 3 anni ha avuto come effetto il miglioramento della memoria episodica negli anziani. A mostrarlo è un ampio studio condotto dall’Università Wake Forest e pubblicato su Alzheimer’s & Dementia.
L’Alzheimer e le varie forme di demenza colpiscono 46 milioni di persone al mondo, per questo "è urgente identificare strategie efficaci per preservare la funzione cognitiva e mitigare il pesante carico sociale associato", spiegano i ricercatori.
Lo ... (Continua)

26/09/2022 11:50:00 LL-37 attiva il meccanismo che consente la progressione della malattia

Alzheimer, scoperto il peptide che lo fa progredire
I ricercatori dell’Università Statale di Milano, in collaborazione con l’Istituto di Zoologia di Kunming (Cina), hanno contribuito all’individuazione del peptide antimicrobico umano, l’LL-37, che contribuisce alla progressione della malattia di Alzheimer. Lo studio è stato pubblicato su Molecular Psychiatry, rivista del gruppo Nature.
Il gruppo di ricerca dell’Università Statale di Milano, coordinato da Michele Mazzanti, aveva già condotto studi precedenti dimostrando che la proteina CLIC1, ... (Continua)

19/09/2022 10:14:00 Gli anziani contagiati mostrano un rischio più elevato

Alzheimer, il rischio sale se hai avuto il Covid
Gli anziani con più di 65 anni che sono stati contagiati da Sars-CoV-2 mostrano un rischio più alto di Alzheimer pari al 69%. Il rischio sale all’89% per chi ha più di 85 anni e all’82% per le donne.
A rivelarlo è uno studio della Case Western Reserve University School of Medicine di Cleveland pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease. L’analisi ha preso in esame oltre 6 milioni di cartelle cliniche di uomini e donne dai 65 anni in su nell’anno successivo all’infezione.
Non è chiaro ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale