Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 121

Risultati da 51 a 60 DI 121

21/01/2013 Intervento Foniatrico Integrato nella diagnosi e terapia dell’autismo
La foniatria nell'autismo
La sindrome autistica rappresenta oggi una delle patologie della comunicazione di sempre più frequente riscontro, e tra le più complesse sia da un punto di vista etiologico e patogenetico, che da un punto di vista terapeutico, tanto che mi sentirei portato a parlare di « autismi» piuttosto che di autismo.
Ne deriva che la gestione a livello diagnostico e rimediativo possa trovare difficilmente risposte in una sola disciplina medica o riabilitativa, anche se, allo stesso tempo, un’eccessiva ... (Continua)
16/01/2013 Molecola efficace per l'ipoacusia da rumore

Nuovo farmaco per un tipo di sordità
In sperimentazione c'è un nuovo farmaco che potrebbe aiutare le persone affette da ipoacusia da rumore, un tipo di sordità determinato dall'esposizione continuativa, il più delle volte per motivi professionali, ad alti livelli di decibel.
Un gruppo di ricercatori della Harvard Medical School sta studiando la possibilità di utilizzare un farmaco, denominato al momento LY411575, per ridurre gli effetti della patologia. Per il momento, su modello murino il farmaco sembra essere efficace. In un ... (Continua)

18/09/2012 12:22:44 L'uso dei farmaci mette in pericolo le orecchie delle donne

Antidolorifici, rischio per l'udito
Un abuso di antidolorifici potrebbe mettere a rischio l'udito, in particolare quello femminile. Lo dice una ricerca statunitense della Channing Division of Network Medicine del Brigham and Women’s Hospital pubblicata sull'American Journal of Epidemiology.
I ricercatori hanno analizzato più di 60 mila donne fra i 31 e i 48 anni per un periodo che va dal 1995 al 2009. Più di 10 mila hanno riferito di aver avuto problemi all'udito.
Analizzando e incrociando i dati, gli scienziati hanno messo ... (Continua)

03/08/2012 Rischio sordità per un appassionato su dieci

Gli Mp3 mettono a rischio l'udito
Walkman e lettori Mp3 non possono mancare nella valigia delle vacanze, perché anche le lunghe passeggiate in spiaggia e i bagni di sole hanno bisogno di una colonna sonora adeguata. Ma occhio a non abusare della musica in cuffia: il 5-10% degli appassionati che ascoltano le loro canzoni preferite per più di un'ora al giorno a volume elevato è esposto al rischio di sordità.
Parola del Prof. Lino Di Rienzo Businco, Dirigente Otorinolaringoiatria, Ospedale S. Spirito- ASL RME, di Roma e ... (Continua)

05/06/2012 15:41:13 Nuove prospettive per lo studio delle funzioni sensoriali

Svelati i circuiti di comunicazione dei sensi nel cervello
Quando percepiamo un suono o una luce, cosa succede nei circuiti nervosi del nostro cervello? I ricercatori del dipartimento di Neuroscience and Brain Technologies (NBT) dell’Istituto Italiano di Tecnologia hanno scoperto che le varie aree sensoriali sono in competizione tra loro e che si attivano in modo gerarchico seguendo specifici canali di comunicazione.
La scoperta è descritta in un articolo pubblicato dalla rivista Neuron, una delle riviste scientifiche internazionali più rilevanti ... (Continua)

30/05/2012 16:15:59 Nuova tecnica per recuperare dopo un infarto

Il cuore si rigenera grazie a un virus “buono”
Si può cercare di indurre la rigenerazione cardiaca dopo un infarto utilizzando un virus “buono”. Ci stanno lavorando i ricercatori del laboratorio di Medicina Molecolare del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie (Icgeb) di Trieste diretto da Mauro Giacca.
Le ricerche sull'utilizzo della terapia genica in ambito cardiovascolare a scopo sperimentale sono state presentate nel corso di “Frontiers in Cardiac and Vascular Regeneration”, il congresso sul tema che si è aperto ... (Continua)

17/05/2012 21:50:21 Più che una semplice lezione di musica per i più piccoli

Ascoltare in modo interattivo la musica apre la mente
Facilitare la comunicazione e l’interazione sociale attraverso una viva partecipazione all’ascolto di un brano di musica classica o rock, è questa la vera funzione che può avere l’ascoltare in modo interattivo un brano musicale da parte dei più piccoli. Ad affermarlo è un articolo pubblicato su Developmental Science e Annals of the New York Academy of Sciences, in cui la Laurel Trainer, direttrice del canadese McMaster Institute for Music and the Mind ed esperta di ricerche su musica e sviluppo ... (Continua)

28/02/2012 Impatto di un’eccessiva esposizione negli ambienti di vita e nei posti di lavoro

L'insidia del rumore
Ipoacusia, danni al timpano, vertigini. O ancora: aumento della pressione e del battito cardiaco, disturbi del sonno, interferenza con la comunicazione verbale, questi i danni più comuni che può causare una sovraesposizione al rumore.
Ma se la differenza tra suono e rumore è soggettiva e un impianto hi-fi a tutto volume può essere melodia per un soggetto e rumore assordante per un altro, la normativa vigente e gli strumenti di misurazione che definiscono i livelli di rischio legati a ... (Continua)

01/02/2012 15:04:16 L’attività cerebrale potrà essere registrata sotto forma di suoni

Si potranno ascoltare i suoni dei pensieri
Sarà forse possibile un giorno sentire il discorso immaginato di un paziente colpito da ictus e divenuto incapace di parlare. È quanto affermano neuroscenziati della Berkley, University of California, che hanno analizzato, attraverso spettrogrammi, la frequenza delle parole effettivamente pronunciate e i suoni dell’attività del lobo temporale in un soggetto volontario.
Questi scienziati sono riusciti a decodificare l'attività elettrica del lobo temporale - sede del sistema uditivo - mentre ... (Continua)

31/01/2012 12:03:25 
Lesioni del cranio
Lesioni del cranio

In caso di lesione cranica bisogna sempre sospettare una lesione a livello della colonna cervicale.
Le lesioni craniche si possono suddividere in fratture del cranio e della faccia e lesioni cerebrali. Le lesioni cerebrali possono essere dirette, nei casi in cui il cervello sia direttamente lacerato, perforato o contuso, o indirette, nel caso in cui il cervello subisca un danno a causa dell’inestensibilità della scatola cranica. Quest’ultimo caso si presenta ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale