Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 82

Risultati da 1 a 10 DI 82

15/02/2016 11:52:00 Sarà possibile osservare le cellule tumorali una ad una

Tumori, la biopsia diventa digitale
Un nuovo metodo per l'analisi delle cellule tumorali è stato messo a punto da due ricercatori italiani. Grazie alla nuova tecnica, si potranno osservare le cellule tumorali una per una, analizzarne il genoma e le alterazioni e trovare così la cura più indicata per ogni singolo paziente.
Il metodo è stato perfezionato dalla Silicon Biosystems Menarini, un'azienda creata da due giovani ricercatori italiani, Gianni Medoro e Nicolò Manaresi. In molti casi, la percentuale di cellule tumorali ... (Continua)

20/01/2016 I neuroni si autodistruggono attraverso il processo di autofagia

Con la cocaina il cervello diventa un cannibale
Che la cocaina distruggesse il cervello era già noto. Un gruppo di ricercatori americani, tuttavia, ha scoperto che a partecipare alla distruzione è il cervello stesso mettendo in moto il processo di autofagia.
A scoprirlo è stato un team della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, che ha pubblicato i risultati dell'analisi su Pnas.
Spiegano gli scienziati in una nota: «Si tratta di un processo che avviene quando le cellule si auto-divorano: una sorta di suicidio ... (Continua)

17/12/2015 15:38:00 Obsoleta buona parte dell'apparecchiatura diagnostica pubblica

Tac, Pet e mammografi del Ssn sono troppo vecchi
Sono diagnosi in bianco e nero quelle garantite dal Servizio sanitario nazionale. Un'indagine del Centro Studi Assobiomedica ha rivelato infatti che buona parte delle apparecchiature utilizzate in ambito diagnostico – Tac, Pet, mammografi e altri strumenti – hanno già superato la soglia di “adeguatezza tecnologica” fissata fra i 5 e i 7 anni. Inoltre, il 50 per cento degli strumenti ospedalieri è ancora analogico.
La situazione peggiore riguarda i mammografi convenzionali e telecomandati, ... (Continua)

10/12/2015 15:05:00 La mammografia tridimensionale è molto più performante

Efficacia della tomosintesi nella diagnosi di tumore al seno
La tomosintesi consente di scoprire il 22 per cento in più di tumori al seno. La mammografia tridimensionale riesce inoltre a ridurre in maniera consistente il numero di richiami per approfondimenti, uno dei limiti più evidenti del tradizionale screening mammografico.
A fornire questi risultati sono i ricercatori dell'Università della Pennsylvania, che hanno presentato i dettagli dello studio nel corso del meeting annuale della Radiological Society of North America.
«La mammografia ... (Continua)

10/12/2015 Non riescono a stimare con precisione la temperatura corporea

I termometri periferici sono poco efficaci
Un articolo apparso su Annals of Internal Medicine ha svelato la parziale inefficacia dei termometri periferici per la misurazione della febbre. In particolare, il primo autore Daniel Niven, che lavora presso il Dipartimento di medicina critica Peter Lougheed Centre di Calgary, ha analizzato le caratteristiche dei termometri che si inseriscono nell'orecchio o sotto l'ascella: «La temperatura corporea è un parametro
comunemente usato nei pazienti con malattie infettive per la diagnosi, il ... (Continua)

21/10/2015 10:49:00 Nuovo strumento permetterà l'avvio di ricerche avanzatissime

Alla ricerca delle cellule rare
Alla ricerca dei segreti delle cellule rare. È stata presentata oggi al Meyer la donazione del Gruppo Farmaceutico Menarini all'Ospedale pediatrico fiorentino.
Si tratta di uno strumento innovativo, il "DEPArray" System, che consentirà l'avvio di ricerche avanzatissime in due Dipartimenti importanti: l'Oncologia pediatrica diretta da Claudio Favre e quello di Neuroscienze guidato da Renzo Guerrini.
I team da loro guidati potranno impiegare questo prezioso strumento per selezionare e ... (Continua)

13/10/2015 17:10:00 Nelle grandi città a rischio udito, umore e salute generale

Ammalati di rumore
È allarme “mal di rumore” nelle grandi città di tutto il mondo. Infatti, quasi un terzo della popolazione è esposto a un eccesso di rumore: i troppi decibel possono aumentare di circa il 30% la probabilità di avvertire un disturbo uditivo e, inoltre, si associano a un incremento di quasi il doppio dei casi di disturbi dell’umore, insonnia, difficoltà di concentrazione e mal di testa.
È quanto emerge dal Consensus Paper “Coping with noise” che, promosso da Amplifon e presentato a Milano, ... (Continua)

17/09/2015 Tenerlo acceso anche a tavola favorisce l'obesità
Lo smartphone fa ingrassare
L'ossessione per lo smartphone potrebbe costare cara anche alla nostra linea. Secondo Guido Orsi dell'Ordine degli psicologi del Lazio, infatti, questo tipo di comportamento mette a rischio la salute dei giovani e apre la strada ai disturbi alimentari.
"I dispositivi portatili (dal cellulare alle consolle per videogiochi) - spiega Orsi - inducono un abbassamento della consapevolezza di cosa e quanto si mangia. Spesso i giovani sono talmente immersi e dipendenti dal mondo digitale che si ... (Continua)
15/09/2015 16:41:00 Ricerca scozzese svela le implicazioni dell'iperconnessione

I ragazzi iperconnessi rischiano insonnia e depressione
Sempre connessi con smartphone, tablet e computer vari, i ragazzi in particolare rischiano l'insonnia e di conseguenza depressione e ansia. A dirlo è uno studio dell'Università di Glasgow presentato nel corso di una conferenza che si è tenuta a Londra.
Lo studio ha esaminato il comportamento di 467 ragazzi fra gli 11 e i 17 anni. La principale autrice dello studio, la dott.ssa Heather Cleland Woods, spiega: “chi effettua il login a notte fonda pare essere particolarmente interessato dal ... (Continua)

11/09/2015 17:05:00 Non sembra aumentare la mortalità nei pazienti trattati
La digossina in caso di scompenso o fibrillazione atriale
Una metanalisi apparsa sul British Medical Journal rivela che la digossina non aumenta il rischio di morte nei pazienti colpiti da scompenso cardiaco o fibrillazione atriale.
Oliver Ziff, autore della ricerca che lavora presso il Centro di Scienze cardiovascolari dell'Università di Birmingham, spiega: “lo scompenso cardiaco e la fibrillazione atriale sono due epidemie emergenti del 21mo secolo, e nonostante i progressi fatti nella gestione di entrambe le patologie restano dubbi sull'uso di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale