Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 426

Risultati da 1 a 10 DI 426

11/02/2016 10:22:06 Ricercatori cercano una terapia per la Porpora Trombotica Trombocitopenica

Un anticorpo per curare i micro-trombi del cervello
In molti casi di ictus o infarto il problema nasce da un trombo, ovvero un coagulo che blocca la circolazione del sangue e che può creare gravi danni, se non si interviene in tempo.
Esiste però una malattia ancora più subdola nella quale i trombi sono tanti, si formano soprattutto nel cervello e sono abbastanza piccoli da non bloccare completamente i vasi sanguigni. Anche se non creano ictus, però, questi micro-trombi provocano cefalee, alterazione dello stato mentale, perdita delle ... (Continua)

29/01/2016 12:12:00 Studio italo-americano dimostra l'efficacia di Exenatide

Obesità, una molecola per il diabete spegne l’appetito
È noto che i soggetti con insulino resistenza, specialmente se obesi e/o diabetici, hanno un difetto nel rilascio/azione dell’ormone intestinale 'glucagon like peptide-1 (Glp-1)'.
Il Glp-1 viene prodotto dopo un pasto aumentando il rilascio di insulina e favorendo la diminuzione degli zuccheri nel sangue. Questo ormone agisce anche su altri organi, in particolare fegato, cuore, e cervello, migliorandone il metabolismo, ma viene subito degradato dall’enzima Dpp-4. Per questo motivo sono ... (Continua)

26/01/2016 12:30:00 Controlla la forma dell'ippocampo, struttura responsabile della memoria

Scoperto il gene custode del Gps cerebrale
Per il corretto sviluppo dell'ippocampo è necessario un gene specifico. A scoprirlo è stato un gruppo di ricerca coordinato da Elvira De Leonibus, Faculty e Head of Behavioral facility presso l’Istituto Telethon di Pozzuoli e responsabile del Laboratorio di Neuropsicofarmacologia dell’Istituto di Genetica e Biofisica (IGB) del CNR.
L’ippocampo, porzione della corteccia cerebrale a forma di un curioso cavalluccio marino, svolge un ruolo fondamentale negli organismi viventi perché è necessario ... (Continua)

21/01/2016 12:39:00 Ricercatori italiani dimostrano la possibilità di curare la malattia

La terapia genica per la discinesia ciliare primaria
La discinesia ciliare primaria (Dcp), una grave malattia respiratoria, potrà essere curata con la terapia genica. A dimostrarlo è uno studio nato dalla collaborazione dei gruppi di ricerca di pneumologia pediatrica e di virologia dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa, coordinati rispettivamente dal dottor Massimo Pifferi e professor Mauro Pistello e con il contributo della Fondazione Arpa e Fondazione pisana per la scienza.
La Dcp è una malattia rara che si manifesta sin dalla ... (Continua)

18/01/2016 16:13:00 Nuovo protocollo prevede anche una somministrazione di chemioterapici

Sclerosi multipla trattata con le staminali
Un trattamento sperimentale per la sclerosi multipla sembra offrire risultati incoraggianti. È stato ideato in Gran Bretagna e si basa sull'utilizzo delle cellule staminali. Alcuni pazienti che lo hanno provato hanno visto invertirsi i sintomi della terribile malattia, al punto che fra di loro c'è anche chi ha ritrovato l'uso delle gambe dopo anni passati sulla sedia a rotelle.
Il trattamento è in fase di sperimentazione presso il Royal Hallamshire Hospital di Sheffield. Finora circa 20 ... (Continua)

18/01/2016 09:27:00 Iniziano i test negli Stati Uniti e in Italia

Sindrome di Down curata dal Prozac
La sindrome di Down potrebbe aver trovato una cura, almeno in parte. Sulla rivista Mit Technology Review è apparsa la notizia dell'avvio a breve di una sperimentazione che verificherà l'efficacia della fluoxetina, il principio attivo del famoso antidepressivo Prozac. La sperimentazione verrà effettuata su bambini fra i 5 e i 10 anni, e secondo i ricercatori la fluoxetina dovrebbe contrastare il deterioramento dei neuroni causato dalla sindrome.
Allo studio parteciperanno 21 donne incinte di ... (Continua)

12/01/2016 17:40:00 Assolutamente da evitare soprattutto nel primo trimestre di gravidanza

La paroxetina aumenta il rischio di malformazioni nel feto
Assumere paroxetina nel corso del primo trimestre di gravidanza aumenta il rischio di malformazioni congenite, soprattutto di carattere cardiaco, nel feto. La paroxetina viene di solito prescritta per il trattamento di depressione, ansia, disturbo post-traumatico, disturbi ossessivo-compulsivi.
Lo studio, pubblicato sul British Journal of Clinical Pharmacology, è stato coordinato da Anick Bérard dell'Università di Montreal. Circa il 20 per cento delle donne in età fertile soffre di sintomi ... (Continua)

05/01/2016 12:05:00 L'azione è possibile grazie a uno specifico anticorpo

Bloccare il declino muscolare inibendo la miostatina
Un team di ricercatori della Indiana University e della Purdue University ha scoperto che l'inibizione della miostatina consente di bloccare il declino della massa muscolare associato al naturale processo di invecchiamento.
"La miostatina è una proteina naturale prodotta dal corpo che inibisce la crescita dei muscoli", ha spiegato Stuart Warden, uno degli autori dello studio. "Da tempo si ipotizzava che l'inibizione della miostatina potesse consentire al muscolo di crescere con un ... (Continua)

04/01/2016 17:10:00 Riesce a correggere il gene che produce la distrofina

La tecnica Crispr può curare la distrofia muscolare
Riscrivere il Dna per curare la distrofia di Duchenne. È l'ambizioso progetto perseguito da tre team di scienziati della Duke University di Durham, in North Carolina, dell'Università del Texas e dell'Università di Harvard.
I ricercatori sono riusciti a bloccare la progressione della distrofia di Duchenne in gruppi di topi da laboratorio. I risultati presentati su Science indicano un possibile punto di svolta nel trattamento di questa malattia che colpisce un bambino maschio ogni 3.500, ma ... (Continua)

18/12/2015 16:25:00 Aiuterebbe a ripristinare il meccanismo dell'autofagia

Un antibiotico contro le malformazioni cavernose cerebrali
Un antibiotico proveniente da un batterio dell'Isola di Pasqua sarebbe in grado di aiutare i pazienti affetti da malformazioni cavernose cerebrali. A scoprirlo è uno studio di ricercatori afferenti al network italiano di ricerca multidisciplinare CCM Italia, dedicato appunto allo studio di questa patologia.
Le malformazioni cavernose cerebrali, dette anche angiomi cavernosi, sono lesioni vascolari caratterizzate da agglomerati di capillari sanguigni dilatati e fragili che facilitano ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale