Sclerosi multipla, l’efficacia di ofatumumab

Trattamento ben tollerato ed efficace

Sclerosi multipla_3647.jpg

I dati dello studio Alithios mostrano un’efficacia prolungata di ofatumumab nelle persone colpite da sclerosi multipla recidivante di recente diagnosi. I dati mostrano il 44% di recidive in meno, una riduzione del 96,4% e dell’82,7% delle lesioni (Gd+ T1 e T2) alla risonanza magnetica, e il 24,5% e il 21,6% in meno di eventi di peggioramento confermato della disabilità (Cdw) a 3 e 6 mesi, rispettivamente, rispetto a coloro che sono passati successivamente a ofatumumab da teriflunomide.
Un’efficacia simile è emersa con il trattamento continuo con ofatumumab, farmaco ben tollerato e con un profilo di sicurezza coerente fino a 6 anni.
La forma recidivante remittente di sclerosi multipla (Sm) interessa circa l’85% delle 137.000 persone diagnosticate solo in Italia. La sclerosi multipla è la prima causa di disabilità neurologica nei giovani adulti.
«Nonostante gli enormi passi avanti ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

NOTIZIE SPECIFICHE SU | sclerosi, ofatumumab, linfociti,




Del 23/05/2024 15:50:00

Notizie correlate