COLITE

Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Colite

Sintomi Diagnosi Terapia


Cura emorroidi

Affezione infiammatoria acuta o cronica del colon. Può essere provocata da intossicazioni esogene (sostanze alimentari guaste, enterotossine, ecc.), intossicazioni endogene (uremia, diabete, gotta), infezioni batteriche, virali e parassitarie o alterazioni funzionali per squilibrio neurovegetativo; inoltre può essere di natura allergica (allergeni alimentari, tossine batteriche o di natura infiammatoria cronica (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn).


Sintomi

La c. acuta, provocata da tossinfezioni alimentari, gravi errori dietetici o antibioticoterapia che favoriscono la distruzione della flora intestinale, etc, inizia bruscamente con dolori addominali crampiformi e violenti, emissione di feci liquide, nausea, vomito, febbre modesta, polso frequente e spossatezza. Raramente questa forma può assumere anche un andamento grave, con dolori addominali intensi, febbre elevata, sete intensa, oliguria, ipotensione e astenia. La c. cronica decorre con sintomi più lievi e si presenta con aspetti vari di stipsi o diarrea.

Diagnosi

La colite acuta può colpire soggetti di ogni età. La c. ischemica colpisce soprattutto gli anziani per l'alta incidenza di malattie vascolari in questa fascia di età. Una forma particolarmente grave è la c. pseudomembranosa, di cui è responsabile un germe produttore di una tossina, il Clostridium difficile, e che si manifesta nei soggetti sottoposti a terapia antibiotica in seguito alle alterazioni della flora intestinale prodotte da questo tipo di farmaci. La diarrea è il sintomo cardine ma possono comparire gravi quadri di tossicità diffusa. Quasi tutti gli antibiotici possono esserne responsabili e nella maggior parte dei pazienti i sintomi appaiono dopo 4-10 giorni dall'inizio della terapia antibiotica. Il trattamento di questa forma di c. richiede innanzitutto la sospensione dell'antibiotico, presidio questo che è sufficiente in molti casi a risolvere il quadro. Altrimenti si impiega un farmaco specifico contro il Clostridium difficile, come la vancomicina. La c. segmentaria è una c. ad andamento acuto o cronico, nella quale la flogosi interessa solo una porzione di intestino. Le c. segmentarie sono provocate da anomalie locali; la loro insorgenza, inoltre, può essere favorita dall'esistenza di processi aderenziali o infiammatori propagatisi dagli organi vicini. La c. spastica (o colon irritabile) è caratterizzata da disturbi addominali vaghi, dolori lungo il decorso del colon, stipsi ostinata, borborigmi, meteorismo e, talora, episodi diarroici. La c. ulcerosa aspecifica è una grave forma di c. a eziologia ancora ignota, a decorso cronico con periodi più o meno frequenti di riacutizzazione durante i quali la sintomatologia è rappresentata da febbre molto elevata, diarree con feci liquide contenenti sangue vivo e muco (alternata a periodi di stipsi), dolore addominale e tenesmo.

Terapia

Per le forme acute senza febbre, dovute ad alimenti guasti o a tossine, la terapia è solo di supporto (bere molti liquidi preferibilmente tè perché ricco di potassio, evitare le verdure, mangiare poco per tenere l'intestino a riposo, reintegrare la flora batterica con preparati appositi). La colite acuta in genere si autolimita in uno o due giorni. Se compare febbre o dolori addominali intensi e specialmente se le feci assumono caratteristiche muco-ematiche sono necessari antibiotici con azione specifica su batteri gram negativi ed anaerobi (fluorochinolonici, metronidazolo). Per le coliti da intolleranza alimentare è indispensabile l'identificazione dell'alimento causa di intolleranza e la sua eliminazione dalla dieta. le coliti infiammatorie croniche (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn) si avvalgono di terapie specifiche che comprendono in associazione, antibiotici, mesalazina, cortisonici e anche nei casi più gravi, immunosoppressori o terapia chirurgica.

Notizie correlate


Rettocolite Ulcerosa: quando serve l'intervento chirurgico

Un terzo dei pazienti ha bisogno dell'operazione







Filgotinib contro la colite ulcerosa

L'efficacia dello Jak inibitore







Uno stile di vita sano previene le malattie intestinali

Riduzione del 60 per cento del rischio di insorgenza dei disturbi







Un nuovo farmaco per la colite ulcerosa

Nuova terapia orale efficace e tollerabile







Colite ulcerosa, efficace ustekinumab

Confermata la remissione duratura dei sintomi a 3 anni







Intestino irritabile, un batterio può causare la diarrea

Nelle forme diarroiche è probabile l'intervento dei batteri Brachyspira







Colite e Crohn, vedolizumab sottocutaneo

Nuova formulazione per la terapia di mantenimento







Morbo di Crohn, efficace vedolizumab

Utile nel promuovere la cicatrizzazione della mucosa







Fodmap, una dieta per la pancia gonfia

Evitando alcuni cibi si può sgonfiare l'addome







Colon irritabile ko grazie allo sport

L'attivitĂ  fisica migliora le condizioni dell'intestino







Nel melograno una molecola per le malattie intestinali

Possibile effetto positivo assicurato dall'urolitina







Nuove speranze di cura per la colite ulcerosa

Approvato tofacitinib per la terapia della malattia







La sindrome dell'intestino irritabile con costipazione

Cos'è e come si può curare







I due tipi della malattia di Crohn

Sono due le forme clinicamente rilevanti della condizione







Le staminali per il morbo di Crohn
____________________________


L'uso delle cellule riduce l'infiammazione cronica







Intestino irritabile, l'efficacia di Eluxadolina

Studio americano sperimenta il farmaco per il trattamento dell'Ibs







Un antistaminico per la sindrome dell'intestino irritabile

Sintomi ridotti grazie all'uso di ebastina







La psicoterapia contro il colon irritabile

Effetto positivo sul lungo periodo







Scoperto il duplice ruolo dei mastociti
____________________________


Riparatori in caso di colite, alleati delle cellule malate in presenza di tumore







Colon irritabile, la depressione è dietro l'angolo

Nuovo studio associa la condizione a depressione e ansia







Glutine responsabile della sindrome del colon irritabile

SensibilitĂ  al glutine chiamata in causa in un caso su quattro







Budesonide per la cura della colite ulcerosa
____________________________


Farmaco in formulazione orale efficace







Il latte materno riduce l'infiammazione intestinale

Non assumerlo da neonati espone a maggiori rischi







L'attivitĂ  fisica riduce il rischio del morbo di Crohn

Inefficace invece per la colite ulcerosa