AUTISMO

Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Autismo

Sintomi Diagnosi Terapia


L'autismo √® una complessa sindrome basata su disordini fisiologici e biochimici che hanno un comune punto finale nel danneggiamento cognitivo e relazionale associato all'autismo. Sono bambini malati dal punto di vista medico e possono essere enormemente aiutati medicalmente, da un' adeguata e precoce diagnosi. L'autismo √® considerato un disturbo pervasivo dello sviluppo che si manifesta entro il terzo anno di et√†. Comporta gravi deficit nelle aree della comunicazione, dell'interazione sociale, e problemi di comportamento. La caratteristica pi√Ļ palese √® l'isolamento dal mondo con assenza di risposta verbale e non verbale. L'autismo ancora oggi √® un mistero per la ricerca scientifica: ipotesi biologiche, genetiche, farmacologiche, cognitive si sviluppano e si confondono ma senza mai arrivare ad una completa definizione. Inevitabilmente, non essendo certe le cause, non √® possibile stabilire una cura per l'autismo. Oggi, l'autismo √® trattabile, ci sono bambini autistici curati con successo che giocano, parlano, studiano e godono delle loro vite. Questi bambini normalizzati, che non portano pi√Ļ la spaventosa etichetta di "autistico", devono la loro liberazione dall'autismo a modalit√† di trattamento che solo da poco tempo esistono oltre atlantico e che ancora sono, purtroppo, sconosciute alla maggioranza dei medici italiani, anche se il nuovo approccio curativo si va rapidamente diffondendo. I bambini con autismo in Italia purtroppo non possono godere di questi trattamenti medici, perch√© qui l'autismo √® visto - dalla scienza medica ufficiale - ancora come un disturbo psichiatrico e come tale, quindi curato esclusivamente con terapia farmacologica senza invece andare ad indagare nelle singole problematiche biochimiche di ogni bambino.


Sintomi

Normalmente i sintomi dell'autismo sono rilevabili entro il secondo/terzo anno di et√† e si manifestano con gravi alterazioni nelle aree della comunicazione verbale e non verbale, dell'interazione sociale e dell'immaginazione. Le persone con autismo presentano spesso problemi comportamentali che nei casi pi√Ļ gravi possono esplicitarsi in atti ripetitivi anomali, auto o etero-aggressivi. Il fatto che la maggior parte dei bambini ha manifestato i primi sintomi dopo le vaccinazioni √® visto come una coincidenza. Il fatto che la maggioranza dei bambini soffre di straordinarie patologie metaboliche, intestinali, immunologiche e allergiche √® visto, di nuovo, come una coincidenza. Le persone con Disturbo Autistico possono presentare una lunga serie di sintomi comportamentali come iperattivit√†, tempi di attenzione brevi, impulsivit√†, aggressivit√†, autolesionismo, e, specialmente nei bambini piccoli, crisi di collera. Possono essere presenti risposte bizzarre a stimoli sensoriali. Possono essere presenti anomalie dell'alimentazione o del sonno. Possono essere presenti anomalie dell'umore o dell'affettivit√†. Possono mancare reazioni di paura a pericoli reali, in presenza di timore eccessivo nei confronti di oggetti innocui. Possono essere presenti svariati comportamenti autolesionisti .

Diagnosi

L'autismo √® spesso associato ad altri disturbi del Sistema Nervoso Centrale: sindrome di Rett, sindrome di Down, sindrome di Landau-Klefner, epilessia ecc... L'incidenza varia da 2 a 20 persone su 10.000, a seconda dei criteri diagnostici utilizzati e riguarda i maschi 4 volte di pi√Ļ che le femmine. Recenti sviluppi della ricerca mostrano chiaramente che con interventi biomedici e terapie comportamentali precoci e aggressive i bambini possono fare enormi progressi esprimendo tutto il loro potenziale. E' cambiata proprio la concezione dell'autismo: quella che era prima visto come una condizione senza speranza √® ora vista da un folto gruppo di ricercatori come un complesso scompenso, come un malfunzionamento del sistema metabolico. E' da questo scompenso che nascono i loro problemi comportamentali e di apprendimento.

Terapia

Le terapie o gli interventi, di tipo medico ed educativo/comportamentale, vengono scelti in base ai sintomi specifici di ogni individuo. Importante è capire che l'autismo è trattabile e iniziare in fase precoce, a 2 anni, l'approccio comportamentale (ABA). Alla base ci sono stimoli artificiali, rinforzi, per indurre comportamenti accettabili o ridurre quelli autolesivi e ripetitivi. Trattando ogni sintomo, ogni errore del sistema metabolico con opportuni test è possibile un cambio graduale e un miglioramento delle condizioni di salute e del comportamento. Non sistono farmaci che agiscono sul nucleo essenziale del disturbo. Si ricorre agli antipsicotici per ridurre i comportamenti ossessivi e aggressivi. FONTE: www.emergenzautismo.org

Notizie correlate


Autismo, diagnosi precoce con l'Intelligenza Artificiale

Il sistema consente una diagnosi già a 2-4 anni







Nuove linee guida sull'autismo

Diagnosi e trattamento in bambini e adolescenti







Autismo, il ruolo di alcuni recettori nervosi

Sotto indagine i recettori mGlu5







La realtà virtuale aiuta i ragazzi con autismo

Progetto italiano dimostra la validità dell'approccio







Nuova scoperta su autismo e sindrome dell'X fragile

Meccanismo alla base del deficit di flessibilità nel comportamento sociale







Individuare l’autismo con la telemedicina

Attivato un nuovo strumento per lo screening a distanza







L'autismo è ancora sotto diagnosticato

Studio evidenzia il costante aumento dei casi per questo motivo







Le staminali per l'autismo

Il futuro della medicina molecolare e rigenerativa







Scoperto un nuovo gene responsabile dell'autismo

Nuove prove sulle basi genetiche della malattia







Alterazione genetica alla base di una forma di autismo

Il ruolo dell'amminoacido atipico D-aspartato







Autismo, non c'è differenza di genere

Studio dimostra che lo screening precoce cancella il divario legato al sesso







Comprendere l'autismo grazie al sistema visivo

L'ipotesi di un progetto di ricerca italiano







Autismo, già a 12 mesi è possibile individuarlo

I bambini a rischio faticano nell'elaborazione sensoriale







Chi ha l'autismo non riesce a capire le intenzioni altrui

Studio dimostra la difficoltà dei soggetti autistici nell'interpretare il mondo







Autismo, i problemi di linguaggio dipendono dalla corteccia

La corteccia temporale superiore è meno reattiva







Autismo, diagnosi a 2 anni per ridurne i sintomi

La diagnosi precoce consente di ottenere miglioramenti sensibili







Forma di autismo causata da troppe sinapsi

La scoperta può aiutare a trovare nuovi trattamenti







Autismo, meno casi grazie a un nuovo approccio

Si punta a migliorare la comprensione dei genitori delle peculiarità dei figli







Autismo ed esposizione a sostanze chimiche in utero

L'esposizione in gravidanza aumenterebbe il rischio







La prosopagnosia nell'autismo

Studio italo-inglese ricostruisce il background genetico della malattia







Autismo e schizofrenia, nuova possibile strategia

L'obiettivo è migliorare i disturbi del comportamento sociale nei pazienti







Autismo, la nausea in gravidanza può essere un segnale
____________________________


In caso di nausee intense il rischio per il feto aumenta







Nuova possibile diagnosi per l'autismo

Elettroencefalogramma e intelligenza artificiale lo rilevano in fase precoce







Autismo, forse coinvolti i solventi
____________________________


L'esposizione in gravidanza potrebbe aumentarne il rischio