Celiachia e rischio di atrofia villosa persistente

Aumenta il rischio di complicanze e mortalità

Uno studio pubblicato su Gut ha sviluppato e convalidato un punteggio di 5 punti per individuare i pazienti con malattia celiaca a rischio di atrofia villosa persistente. La condizione è associata a un maggior rischio di complicanze e mortalità.
Chi è affetto da celiachia ha un'atrofia dei villi intestinali dovuta al consumo protratto di glutine. Dopo la diagnosi e la privazione del glutine dalla dieta in genere la situazione si normalizza, ma alcuni soggetti soffrono la persistenza della condizione, che causa un aumento significativo del rischio di malattie linfoproliferative e di altre comorbilità come fratture osteoporotiche all'anca.
Da quanto emerge da questa nuova analisi, l'età alla diagnosi, il modello della malattia, la risposta clinica e l'aderenza alla dieta priva di glutine predicono il rischio di atrofia villosa persistente; per i pazienti ad alto rischio è possibile ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: celiachia, atrofia, villi,

Notizie correlate


La celiachia è più probabile con meno ferro Il rischio aumenta nei soggetti geneticamente predisposti





Linee guida per la celiachia Le nuove indicazioni per la diagnosi e la terapia





Allergie alimentari, un farmaco per l'asma aiuta i bambini Sembra ridurre il rischio di reazioni allergiche anche gravi





La celiachia aumenta i rischi per il cuore Le probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari salgono





Celiachia e festività natalizie, come fare I consigli di AIC per affrontare senza rischi i pranzi in famiglia





Gli antibiotici aumentano il rischio di celiachia Anche gli inibitori di pompa protonica sembrano





Celiachia e rischio di atrofia villosa persistente Aumenta il rischio di complicanze e mortalità





Celiachia, istruzioni per un'estate senza glutine I consigli per gestire la condizione con il caldo





Nuove strade per la diagnosi della celiachia potenziale Ricercatori italiani mettono a punto una nuova tecnica





L'intolleranza al lattosio non è così grave Eccessive le restrizioni cui si sottopongono gli intolleranti





5 cose poco note sulla celiachia L'importanza di una corretta integrazione alimentare





Celiachia, crescono i casi in Italia Tasso di insorgenza fra i più alti al mondo





I sintomi della celiachia nei bambini Quali sono e come riconoscerli





La celiachia aumenta il rischio cardiovascolare I pazienti mostrano una possibilità maggiore di patologie cardiache





Celiachia e carenza di ferro, come intervenire Il deficit si mostra anche nelle malattie intestinali e in chirurgia bariatrica





Le mandorle possono causare infiammazione da cibo Contengono un acido grasso che stimola il processo infiammatorio





Celiaci si diventa L'intolleranza al glutine spesso prodotta da errori alimentari





Intolleranza al lattosio, a volte è solo immaginata L'eliminazione del lattosio aumenta il rischio di malnutrizione





Diagnosi più facile per la celiachia Le nuove raccomandazioni eliminano la necessità della biopsia intestinale