(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) nel reclutare cellule e nel farle diventare alleate del tumore.
L’attivazione del complemento favorisce la progressione di diversi tipi di sarcomi e si associa a immunosoppressione.
«Lo studio ha dimostrato come il complemento, antico sistema di difesa e infiammazione, si attivi nei sarcomi e come impatti sull'attività funzionale dei macrofagi (attori centrali dell'immunità innata che, con la loro diversità e plasticità,
contribuiscono all'attivazione, all'orientamento e alla regolazione delle risposte immunitarie adattive), limitando le proprietà antitumorali dei linfociti T e, in generale, la risposta all'immunoterapia», spiegano gli autori in una nota.
Nei tessuti in cui si attivano determinati allarmi, il sarcoma diviene più aggressivo: la scoperta potrebbe quindi portare a una prognosi più precisa. Da qui si potrebbe partire per arrivare alla giusta combinazione tra farmaci immunoterapici e inibitori del complemento per colpire in maniera specifica quelle cellule che favoriscono il tumore. In questo modo, verrebbe bloccata la crescita tumorale e la creazione di metastasi
«Lo studio è stato svolto sui sarcomi, ma pensiamo che abbia implicazioni più vaste
perché il meccanismo di corruzione dei macrofagi che si attiva tramite le molecole C3a e C3aR del sistema del complemento potrebbe essere presente anche in altre patologie tumorali», conclude Garlanda.

Fonte: Nature Cancer

19/03/2021 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante