(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) per 2 cicli, il primo come ciclo base di partenza per identificare il normale andamento dell'ovulazione e in seguito un ciclo di trattamento, con l'assunzione di 30 mg di ulipristal acetato e 30 mg di meloxicam.
Le donne sono state sottoposte a esami ematici regolari e a ecografie. 9 delle 10 donne sono state incluse nell’analisi finale.
In 6 donne l’ovulazione è stata effettivamente interrotta, un primo dato che fa sperare nell’efficacia del contraccettivo. "Comparando i risultati dell'interruzione di ovulazione tra i nostri studi e i precedenti sui quali ci siamo basati per il nostro protocollo, la combinazione dei due farmaci è riuscita a interrompere l'ovulazione in ogni fase della finestra di fertilità più di ogni altro farmaco studiato in precedenza. E anzi rinforza l'ipotesi che aggiungere il meloxicam può aumentare l'efficacia come contraccettivo di emergenza", hanno dichiarato gli scienziati.
Tuttavia, non mancano i dubbi sulla realizzazione di un farmaco simile. Emilio Arisi, specialista della contraccezione e attualmente presidente della Smic, la Società medica italiana per la contraccezione, è piuttosto scettico.
"Già altri studi hanno analizzato l'efficacia dell'ulipristal, farmaco che si sa essere strumento efficace nell'interferire con l'ovulazione, tanto che è usato come contraccettivo di emergenza. Questo studio analizza la combinazione dei due farmaci, ma non è scontato che l'unione faccia la forza. Del resto, logicamente, la contraccezione on demand è già quella di emergenza".
C’è peraltro il problema della corretta assunzione del farmaco, dal momento che in molte donne il ciclo risulta irregolare. "Mediamente l'ovulazione avviene tra il quattordicesimo e il sedicesimo giorno del ciclo, ma per esserne sicure si dovrebbe fare un test del sangue, e diventa farraginoso. Né avrebbe senso ricorrere a dosi non risibili di farmaci se poi l'ovulazione non c'è. E del resto non sappiamo l'impatto di sicurezza, anche in termini di effetti collaterali, dovendo utilizzare questi farmaci anche solo 5 o 6 volte al mese".
Un’idea affascinante, quindi, ma difficile da realizzare in termini di praticità e di reale efficacia.

Notizie specifiche su: pillola, contraccezione, ulipristal, 02/05/2022 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

Rischio trombosi per le donne obese che assumono la pillola

  • Rischio trombosi per le donne obese che assumono la pillola Il rischio è legato ai contraccettivi orali a doppia azione
    (Leggi)


Pillola anticoncezionale, pro e contro

  • Pillola anticoncezionale, pro e contro Vantaggi e svantaggi spiegati dall’esperta
    (Leggi)


Un passo verso la contraccezione on demand

  • Un passo verso la contraccezione on demand Possibile una pillola da assumere non regolarmente
    (Leggi)


L’efficacia della pillola contraccettiva Zoely

  • L’efficacia della pillola contraccettiva Zoely Pubblicati i risultati di un ampio studio sul contraccettivo
    (Leggi)


AstraZeneca, le donne che prendono la pillola rischiano?

  • AstraZeneca, le donne che prendono la pillola rischiano? Dubbi alimentati dal fatto che la pillola aumenta di per sé il rischio di trombi
    (Leggi)


Gli antibiotici riducono l’effetto della pillola

  • Gli antibiotici riducono l’effetto della pillola I farmaci aumenterebbero il rischio di gravidanze indesiderate
    (Leggi)


La pillola anticoncezionale da prendere una volta al mese

  • Allo studio nuova formulazione che scongiuri le dimenticanze
    (Leggi)


Essure pericoloso, ritirato il contraccettivo permanente

  • Essure pericoloso, ritirato il contraccettivo permanente Dopo l’Europa, anche negli Stati Uniti il dispositivo finisce fuori legge
    (Leggi)


I contraccettivi ormonali non aumentano il rischio di cancro

  • I contraccettivi ormonali non aumentano il rischio di cancro Studio smentisce il nesso con l’insorgenza del tumore al seno
    (Leggi)


Pillola dei 5 giorni dopo, è boom

  • Pillola dei 5 giorni dopo, è boom Aumento record delle vendite dopo la liberalizzazione
    (Leggi)


Nuovo anticoncezionale? Un'iniezione da fare agli uomini

  • Nuovo anticoncezionale? Un'iniezione da fare agli uomini In sperimentazione una tecnica inedita per evitare gravidanze indesiderate
    (Leggi)


Levonorgestrel ed estrogeni, meno rischi per il cuore

  • Levonorgestrel ed estrogeni, meno rischi per il cuore Sono i contraccettivi più sicuri a livello cardiovascolare
    (Leggi)


Meno gravidanze indesiderate grazie a pillola sottocutanea

  • Meno gravidanze indesiderate grazie a pillola sottocutanea Fondamentale anche la formazione degli operatori sanitari
    (Leggi)


Rischio coaguli per la pillola di terza generazione

  • Rischio coaguli per la pillola di terza generazione Pillole a base di drospirenone più pericolose delle altre
    (Leggi)


La contraccezione nelle donne con diabete

  • La contraccezione nelle donne con diabete Un documento per scegliere l'opzione migliore
    (Leggi)


Il contraccettivo si fa digitale

  • Il contraccettivo si fa digitale Grazie a un chip copertura garantita per 16 anni
    (Leggi)


Zyxelle, la pillola per la pillola

  • Zyxelle, la pillola per la pillola Un integratore per favorire l’utilizzo in Italia della pillola anticoncezionale
    (Leggi)


L'iperico rende meno efficaci gli anticoncezionali

  • L'iperico rende meno efficaci gli anticoncezionali Aumentano le possibilità di gravidanza con un'assunzione associata
    (Leggi)


Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura

  • Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura Attesa di oltre 18 mesi in media fra una gravidanza e l'altra
    (Leggi)