Sezioni medicina


Covid e rischio di disturbi psichiatrici a lungo termine

Il tasso di diagnosi nei contagiati è più alto

Anche i mesi successivi a un'infezione da Covid-19 possono essere rischiosi per la salute. Secondo una ricerca della Oregon State University pubblicata su World Psychiatry, ci sarebbe un 25% di rischio in più di sviluppare un disturbo psichiatrico nei 4 mesi successivi all'infezione rispetto ad altre infezioni respiratorie.
I ricercatori hanno utilizzato i dati della National Covid Cohort Collaborative (N3C), esaminando 46.610 soggetti positivi a Sars-CoV-2 e confrontandoli con un gruppo di controllo a cui era stata diagnosticata un'altra infezione respiratoria. Il tasso di diagnosi psichiatriche è stato valutato per due distinti periodi temporali: da 21 a 120 giorni dopo la diagnosi di Covid e da 120 a 365 giorni dopo la diagnosi, considerando solo i pazienti senza pregresse malattie mentali.
È così emerso che i pazienti Covid hanno un rischio di sviluppare un disturbo psichiatrico ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Keywords | Covid, disturbi, psichiatrici,

Notizie correlate


Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 1769 volte