Fibrillazione atriale, efficace finerenone

Nei pazienti affetti da malattia renale cronica e diabete di tipo 2

Varie_797.jpg

Nei pazienti con malattia renale cronica e diabete di tipo 2, il finerenone riduce il rischio di fibrillazione atriale di nuova insorgenza o flutter (AFF).
L’antagonista selettivo del recettore dei mineralcorticoidi ha anche l’effetto di ridurre il rimodellamento miocardico mediato dal recettore dei mineralcorticoidi, la dilatazione atriale sinistra e la fibrosi atriale sinistra.
Sono i dati emersi da uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology e firmato da Gerasimos Filippatos del dipartimento di Cardiologia dell’Ospedale Universitario Attikon di Atene.
«I pazienti con CKD e T2D sono a rischio di AFF a causa del rimodellamento cardiaco e delle complicanze renali», spiegano i ricercatori. Lo studio ha esaminato l’effetto del farmaco su AFF di nuova insorgenza, analizzando i dati dello studio FIDELIO-DKD, acronimo che sta per Finerenone in Reducing Kidney ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fibrillazione, finerenone, malattia,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 95141 volte