Cocaina nel pene, rischio amputazione

Il caso di un uomo che si era iniettato la droga nella vena dell’organo

Dipendenze_7864.jpg

I medici del pronto soccorso del Bronx Care Hospital Center non credevano ai propri occhi quando un uomo di 35 anni si è presentato con dolori insostenibili al pene e allo scroto. Il pene dell’uomo era gonfio, di colore scuro e trasudava un liquido che odorava di marcio.
Di fronte al dott. Haider Ghazanfar l’uomo ha ammesso di aver iniettato della cocaina nel pene. Era la terza volta che lo faceva, le prime due volte tutto era andato bene, ma l’ultima l’organo ha reagito in maniera differente.
Come spiegano i medici americani sull’American Journal of Case Reports, la cocaina genera una forte infiammazione dei vasi sanguigni e può causare cancrena dei tessuti.
«Spesso viene tagliata con un farmaco, il levamisolo, che potenzia l’infiammazione nei vasi sanguigni. La cocaina viene spesso iniettata, oltre che sniffata o fumata; la vena del pene può sembrare una scelta insolita ma non ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | pene, cocaina, vena,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 6311 volte