(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) il ricorso a trasfusioni di sangue.
«È raro trovare un intervento di questa importanza che sia gratuito e non richieda nulla più che un orologio», sottolinea William Tarnow-Mordi coordinatore dello studio e professore di medicina neonatale all'Università di Sydney
«Dieci anni fa, i cordoni ombelicali venivano clampati rapidamente dopo un parto molto prematuro e il neonato veniva passato al pediatra nel caso in cui avesse bisogno di aiuto urgente con la respirazione», riprende Tarnow-Mordi.
Ma anche i bambini molto prematuri inizieranno a respirare da soli nel giro di un minuto, quindi è preferibile lasciarli attaccati al cordone per 60 secondi.
«Pensiamo che ritardando il clampaggio del cordone i bambini ricevano globuli rossi e bianchi extra e cellule staminali dalla placenta, aiutando a raggiungere livelli di ossigeno adeguati, controllare le infezioni e riparare i tessuti danneggiati», conclude il neonatologo.
A confermare l'efficacia e la sicurezza della pratica è anche uno studio pubblicato su Jama da un team del Columbia University Irving Medical Center di New York guidato da Stephanie Purisch.
Lo studio rivela che il giorno dopo i livelli di emoglobina materna delle donne sottoposte a clampaggio ritardato dopo il cesareo non sono diversi da quelli delle donne per le quali il clampaggio è stato immediato. Al contrario, i livelli di emoglobina neonatale erano più elevati per i bambini del primo gruppo, con relativi benefici per la loro salute complessiva.
Lo studio ha randomizzato 113 donne sottoposte a cesareo in elezione al clampaggio del cordone immediato, ossia entro 15 secondi dal parto (n=56) o ritardato a 60 secondi dalla nascita (n=57).
«A conti fatti l'indicatore primario di efficacia, ossia la variazione di emoglobina materna da prima del parto al primo giorno post-operatorio, non differisce in modo significativo tra i due gruppi», scrivono gli autori.
Nel gruppo di clampaggio ritardato, i valori medi di emoglobina pre-operatoria erano 12,0 g/dL a fronte di 10,1 g/dl del primo giorno post-operatorio. Al contrario, nel gruppo di clampaggio immediato del cordone i valori di emoglobina erano 11,6 g/dL nel pre-operatorio e 9,8 g/dl nel primo giorno post-operatorio.
«Gli esiti materni secondari, incluso il tempo chirurgico totale, l'emorragia post-partum, la somministrazione di uterotonici, l'isterectomia e le trasfusioni, non differivano significativamente tra i due gruppi», riprende la ricercatrice.
«Lo studio mostra che la chiusura ritardata del cordone ombelicale è sicura per la madre sottoposta a cesareo» commenta Heike Rabe dell'Università del Sussex, in un editoriale di accompagnamento. «I medici che assistono al parto dovrebbero seguire la raccomandazione dell'Organizzazione mondiale della sanità che indica di ritardare il clampaggio e il taglio del cordone ombelicale da 1 a 3 minuti nei neonati a termine e di almeno 60 secondi nei pre-termine, così da prevenire la carenza di ferro e consentire la potenziale sopravvivenza del maggior numero possibile di neonati prematuri», conclude Rabe.

Fonte: Lancet Child and Adolescent Health

Leggi altre informazioni
16/03/2022 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

La caffeina fa male al fegato dei neonati

  • La caffeina fa male al fegato dei neonati Aumenta il rischio di malattie epatiche da adulti
    (Leggi)


L’esercizio fisico riduce il rischio di diabete gestazionale

  • L’esercizio fisico riduce il rischio di diabete gestazionale Valido aiuto per le donne ad alto rischio
    (Leggi)


Alcol in gravidanza, rischi anche con piccole quantità

  • Alcol in gravidanza, rischi anche con piccole quantità Azzerarne il consumo è la scelta migliore
    (Leggi)


Il giusto supporto a mamma e bambino dopo il parto

  • Il giusto supporto a mamma e bambino dopo il parto Le nuove linee guida pubblicate dall’Oms
    (Leggi)


Meno sale in gravidanza per proteggere il cuore dei bambini

  • Meno sale in gravidanza per proteggere il cuore dei bambini Le diete ad alto contenuto di sale predispongono all’ipertensione
    (Leggi)


Il trapianto di utero funziona

  • Il trapianto di utero funziona Efficace per il trattamento dell’infertilità
    (Leggi)


I benefici del parto in acqua

Mamme a qualsiasi età? Non è vero

  • Mamme a qualsiasi età? Non è vero Un falso mito che contribuisce al cosiddetto fenomeno “PIC”
    (Leggi)


Stress in gravidanza e rischio di problemi cognitivi

  • Stress in gravidanza e rischio di problemi cognitivi Studio rivela il legame fra le condizioni
    (Leggi)


La crioconservazione degli ovociti per le donne con cancro

  • La crioconservazione degli ovociti per le donne con cancro Preserva la fertilità e migliora la qualità della vita
    (Leggi)


Appendicite in gravidanza, meglio l’intervento

  • Appendicite in gravidanza, meglio l’intervento La chirurgia sembra essere la via migliore
    (Leggi)


Parto pretermine, nessun rischio dagli steroidi

  • Parto pretermine, nessun rischio dagli steroidi Le donne che li assumono non subiscono danni
    (Leggi)


Pillole abortive, non serve ritardarne l’assunzione

  • Pillole abortive, non serve ritardarne l’assunzione Inutile nell’attesa di escludere una gravidanza extrauterina
    (Leggi)


Un decalogo per proteggere la gravidanza

  • Un decalogo per proteggere la gravidanza Contro i rischi di pandemia, guerra e stress
    (Leggi)


Dolore cronico da parto cesareo, la morfina non serve

  • Dolore cronico da parto cesareo, la morfina non serve L’aggiunta della sostanza all’anestesia spinale non produce effetti positivi
    (Leggi)


Procreazione assistita, chi sono le donatrici?

  • Procreazione assistita, chi sono le donatrici? Il loro ruolo nella fecondazione eterologa mediante ovodonazione
    (Leggi)


L’obesità aumenta il rischio di mortalità neonatale

  • L’obesità aumenta il rischio di mortalità neonatale A rischio anche i feti di donne in semplice sovrappeso
    (Leggi)


Depressione in gravidanza, i sintomi persistono

  • Depressione in gravidanza, i sintomi persistono Anche con l’assunzione di antidepressivi a volte la situazione non migliora
    (Leggi)


Covid-19 aumenta il rischio di complicazioni in gravidanza

  • Covid-19 aumenta il rischio di complicazioni in gravidanza Le donne infettate rischiano molto di più
    (Leggi)


Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante