Covid, a 5 mesi dal vaccino il rischio risale

La capacità neutralizzante di Pfizer si riduce velocemente

Varie_6321.jpg

Protettivi contro le forme gravi della malattia, ma progressivamente meno neutralizzanti rispetto alle infezioni. È la conclusione di un nuovo studio pubblicato sul British Medical Journal riguardo ai vaccini anti-Covid, nello specifico quello sviluppato da Pfizer/BioNTech.
Secondo la ricerca condotta in Israele su 80mila persone vaccinate, il vaccino di Pfizer fornisce un’ottima protezione contro le infezioni nelle prime settimane, ma il rischio di contagio risale sempre più nel corso dei mesi successivi.
Lo studio è firmato dai ricercatori dei Leumit Health Services israeliani e si basa sull’esame delle cartelle cliniche di 83.057 adulti con età media di 44 anni che tra maggio e settembre sono stati sottoposti a tampone molecolare almeno tre settimane dopo la seconda dose di vaccino. In precedenza, non avevano mai manifestato segni di infezione da Sars-CoV-2. Sono stati esclusi i ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, infezione, vaccino,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 119123 volte