Uno sciroppo per fermare il virus respiratorio sinciziale

Ricercatori italiani sperimentano l’efficacia di un farmaco specifico

Idee per la bellezza_5978.jpg

È tornato qualche mese prima del solito e ha riempito le unità di terapia intensiva neonatale. È il virus respiratorio sinciziale, di fatto cancellato lo scorso anno fra lockdown e misure protettive, ma ora tornato più vivo che mai a minacciare la respirazione dei più piccoli provocando la bronchiolite.
I ricercatori del Policlinico San Matteo di Pavia stanno portando avanti due studi in parallelo. Il primo sta cercando di capire in maniera approfondita la natura del virus, provando a far luce sui meccanismi di insorgenza e sulla risposta immunitaria.
L’RSV, l’acronimo che identifica il virus respiratorio sinciziale, è un virus a Rna – come Sars-CoV-2 – ed è classificato come pneumovirus. Finora ne sono stati identificati 4 sottogruppi: A1, A2, B1 e B2. La stragrande maggioranza dei bambini viene colpita entro i primi 4 anni di vita. L’esposizione al virus non crea immunità, quindi ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sciroppo, virus, sinciziale,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 118493 volte