La fotobiomodulazione per la degenerazione maculare

Studio dimostra il miglioramento della vista grazie al trattamento

Varie_5800.jpg

Sono incoraggianti i risultati di Lightsite III, lo studio di LumiThera sull’efficacia del trattamento di fotobiomodulazione (PBM) per la degenerazione maculare senile (DMLE) non-neovascolare (secca).
LIGHTSITE III, uno studio clinico multicentrico prospettico, in doppio cieco e randomizzato, è stato condotto presso dieci importanti centri retinali statunitensi. L'obiettivo era quello di trattare i soggetti affetti da DMLE non-neovascolare con sedute di PBM ogni quattro mesi, per un periodo di 24 mesi. Sono stati arruolati cento (100) soggetti in un rapporto di allocazione 2:1 tra PBM e controllo nei gruppi trattati. L'etĂ  media era di 75 anni e in media erano trascorsi 4,9 anni dalla diagnosi di DMLE secca prima dell'arruolamento nello studio. I punteggi delle lettere BVCA (miglior acuitĂ  visiva corretta) sono stati medi + SEM di 69,4 + 0,8 e 70,1 + 0,7 rispettivamente nei gruppi di ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fotobiomodulazione, degenerazione, maculare,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 6748 volte