(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) i vantaggi di rimanere sempre non obesi», spiegano gli scienziati americani.
Lo studio si è basato sui dati raccolti dal National Health and Nutrition Examination Survey tra il 1988 e il 2010, incrociati con i registri dei decessi avvenuti nel 2011. I soggetti coinvolti hanno comunicato agli scienziati il maggior peso mai raggiunto nella loro vita, oltre al peso al momento attuale. Fra chi risultava normopeso, il 39 per cento aveva un passato da obeso o da persona in sovrappeso. I dati indicano che nei soggetti che erano stati in sovrappeso in passato, il tasso di mortalità era simile a quello degli obesi e lontano da quello di chi normopeso lo è sempre stato.
«I nostri risultati suggeriscono che l’influenza di sovrappeso e obesità sulla mortalità sia sostanzialmente maggiore di quanto comunemente stimato. Se ciò fosse vero, potrebbero esservi gravi implicazioni per l’aspettativa di vita futura negli Stati Uniti», scrivono gli autori. «Sebbene la prevalenza dell’obesità possa stabilizzarsi o addirittura diminuire, la storia degli ultimi tre decenni di una rapida e crescente obesità non può essere facilmente cancellata».
Leggi altre informazioni
15/01/2016 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante