(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) cellula grandi circa un millesimo di millimetro, possono essere trasferiti da una cellula sana a quella malata solo mediante l’uso di microcellule. Tuttavia, il trapianto cromosomico, in cui un cromosoma difettoso viene sostituito in maniera perfetta con un suo simile sano non era mai stato effettuato. La metodica prevede l’introduzione dall’esterno di un altro cromosoma X, e successivamente la selezione di quelle cellule in cui il nuovo cromosoma si è sostituito a quello originario. La cellula così ottenuta ha un genoma normale, mantiene tutte le sue proprietà iniziali e può essere utilizzata a scopi terapeutici. Trattandosi di un approccio ancora inesplorato, i ricercatori guidati da Marianna Paulis e Paolo Vezzoni (Cnr-Irgb), con la collaborazione di Stefano Duga, professore di Biologia Molecolare di Humanitas University, hanno esaminato la possibilità di trapiantare un cromosoma X, che nell’uomo è portatore di numerose malattie.
“Si tratta di un nuovo possibile metodo per curare alcune malattie genomiche attualmente incurabili, perché la lesione è troppo grossa per essere riparata mediante le tecniche attuali, incluso il gene editing basato sulla tecnologia CRISPR”, spiega Paulis. “Bisogna tuttavia dire chiaramente che ci vorranno parecchi anni perché questo approccio possa essere applicato al letto del malato”, precisa Vezzoni, che aggiunge: “Questa tecnica permette anche di trasformare una cellula staminale maschile in una femminile, un risultato che non è mai stato ottenuto in precedenza”.
“Il lavoro rappresenta un importante avanzamento scientifico dimostrando che le cellule, dopo il trapianto del cromosoma X, non presentano altre modificazioni inattese nelle sequenze codificanti del genoma, un aspetto molto importante per valutare la sicurezza della procedura in vista di possibili applicazioni terapeutiche”, conclude Duga. I risultati della ricerca, finanziata anche dalla Fondazione Nicola del Roscio, sono pubblicati sulla rivista internazionale Molecular Therapy: Methods & Clinical Development.
Leggi altre informazioni
Notizie specifiche su: gene, difetto, Crispr, 19/02/2020 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

La terapia genica per la Sma

Nuovo farmaco per la distrofia di Duchenne

Tofersen per una forma rara di Sla

  • Tofersen per una forma rara di Sla Primo farmaco a ricevere parere positivo
    (Leggi)


Prima terapia per l’atassia di Friedreich

Terapia genica per l’Ada-Scid

La terapia Crispr per l’angioedema ereditario

L’Intelligenza Artificiale per la fibrosi cistica

  • L’Intelligenza Artificiale per la fibrosi cistica Nuove prospettive di cura per la patologia respiratoria
    (Leggi)


L’editing genetico per la fenilchetonuria

  • L’editing genetico per la fenilchetonuria Cura possibile con due nuove versioni di Crispr
    (Leggi)


Sma, nuovi dati su nusinersen

Gemelli digitali e biologici per curare 5 malattie

  • Gemelli digitali e biologici per curare 5 malattie Da utilizzare in test senza il ricorso alla sperimentazione animale
    (Leggi)


Prima terapia genica per la distrofia di Duchenne

  • Prima terapia genica per la distrofia di Duchenne Approvato un farmaco per il trattamento dei pazienti pediatrici
    (Leggi)


Il ruolo di una proteina nella sindrome SINO

  • Il ruolo di una proteina nella sindrome SINO KIDINS220 coinvolta nella forma di paralisi spastica ereditaria
    (Leggi)


Creati i primi embrioni umani sintetici

  • Creati i primi embrioni umani sintetici Partendo dalle staminali, senza ovuli e spermatozoi
    (Leggi)


Diventare genitori anche con la PKU

  • Diventare genitori anche con la PKU Opportuno seguire correttamente la terapia e pianificare la gravidanza
    (Leggi)


Nuovo farmaco per la Sindrome di Rett

  • Nuovo farmaco per la Sindrome di Rett Trofinetide allevia i sintomi dei pazienti con la malattia rara
    (Leggi)


Orkambi per la fibrosi cistica nei bambini

  • Orkambi per la fibrosi cistica nei bambini Parere positivo del Chmp per i pazienti fra 1 e 2 anni
    (Leggi)


Correzione genetica nella sindrome ICF

  • Correzione genetica nella sindrome ICF  Nuove prospettive di cura per la malattia
    (Leggi)


Nuova cura possibile per la Sma

  • Nuova cura possibile per la Sma Scoperto nesso fra livelli di neuroinfiammazione e severità della malattia
    (Leggi)


Nuove scoperte sulla malattia di Kennedy

  • Nuove scoperte sulla malattia di Kennedy Analizzati i meccanismi di tossicità della malattia
    (Leggi)