Covid, l'efficacia di simnotrelvir

Il farmaco accelera il recupero nei casi lievi

La somministrazione di un nuovo farmaco ha l'effetto di accelerare il recupero nei casi lievi di Covid-19. Il farmaco è simnotrelvir e il suo effetto è stato descritto sulle pagine del New England Journal of Medicine.
La riduzione dei sintomi è emersa soprattutto nei giovani con livelli di rischio standard. Il medicinale inizia a fare effetto quasi immediatamente dopo l'assunzione, riducendo febbre, tosse e naso che cola.
Allo studio hanno partecipato oltre 600 pazienti con età media di 35 anni, la metà dei quali presentava un fattore di rischio come l'obesità. Gli scienziati hanno somministrato una combinazione di simnotrelvir e paxlovid. Nessun partecipante ha sviluppato una forma grave di Covid e i livelli del virus sono calati entro 5 giorni di circa 30 volte in più rispetto a chi aveva assunto solo placebo.
Tra i limiti del farmaco c'è la finestra di prima assunzione del ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: Covid, simnotrelvir, farmaco,

Notizie correlate


Gonorrea, alla ricerca di nuovi anticorpi monoclonali Un modello inedito che combina microscopia confocale e IA





Primo caso di virus B trasmesso dalle scimmie Uomo aggredito da un branco in un parco rimane infettato





Una cura più efficace per le infezioni urinarie complicate Cefepime-taniborbactam più efficace di meropenem





Long Covid, il virus può rimanere più di 1 anno Individuati frammenti del virus nel circolo sanguigno e nei tessuti





Long Covid, linee guida per il follow up Le azioni da intraprendere per contrastare l'onda lunga dell'infezione





Covid, meglio i vaccini monovalenti Mostrano maggiore adattabilità alle nuove mutazioni





Covid, 4 anni dopo L’infezione pare sotto controllo ma i vaccini sono ancora importanti





Covid, Paxlovid da evitare se si usano immunosoppressori Rischio di effetti gravi a causa dell'interazione farmacologica





Nuovo vaccino contro l'Hpv In fase di sviluppo un nuovo preparato contro il Papilloma virus umano





Covid, i linfociti T proteggono anche senza anticorpi Dimostrata l'immunità prolungata rispetto al virus





Nuove linee guida sul trapianto del microbioma Efficace nella prevenzione delle recidive





Remdesivir utile contro Covid-19 Nuovi dati associano il farmaco a rischi inferiori di Long Covid





Long Covid, implicata la barriera emato-encefalica L’infiammazione dell’area alla base del fenomeno della brain fog





Nuova terapia per candidemia e candidiasi L'effetto del farmaco rezafungina





Dengue, pericolose anche le infezioni primarie Nuovo studio sottolinea i rischi legati alla prima infezione





I sintomi del Long Covid pediatrico La lista dei sintomi chiave e gli strumenti per misurarli





Long Covid, alla base la stimolazione cronica dell'antigene Nuove idee sui meccanismi del Long Covid e comprensione delle cause





Le continue variazioni di Sars-CoV-2 Individuata una nuova variante in Sudafrica





Il nuovo morbillo Una variante del virus può sfuggire ai test