(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) scopo di controllare la funzione di svuotamento nella colonna vertebrale inferiore.
I ricercatori si sono chiesti quale dei due trattamenti fosse più efficace e hanno coinvolto 381 donne con un'età media di 63 anni. Le partecipanti sono state randomizzate a ricevere un'iniezione di onabotulinum-toxinA effettuata per via cistoscopica nel muscolo detrusore della vescica oppure l'impianto del dispositivo di neuromodulazione.
I dati indicano che a 6 mesi dall'inizio dello studio, le pazienti alle quali era stato somministrato il Botox A hanno mostrato una riduzione statisticamente significativa del numero medio di episodi giornalieri di incontinenza rispetto a quelle del gruppo della neuromodulazione.
Tuttavia, il Botox A ha anche aumentato il rischio di infezioni urinarie. Per questo motivo, i ricercatori concludono: «Nel complesso, questi risultati non chiariscono
se il Botox A fornisca alle pazienti un beneficio netto clinicamente rilevante rispetto alla neuromodulazione».

Fonte: Jama
Leggi altre informazioni
20/10/2016 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante