Mangiare pesce riduce i rischi per il cuore

Nesso fra assunzione di prodotti ittici e salute cardiovascolare

Varie_15055.jpg

Uno studio della North-West University del Sudafrica mostra l’efficacia del consumo di pesce nel prevenire le malattie cardiovascolari. I ricercatori hanno condotto una metanalisi sulla relazione tra il consumo di pesce e l’incidenza e la mortalità da malattie cardiovascolari. Secondo i risultati della ricerca, pubblicati su una rivista peer-reviewed, assumere 150 grammi di pesce due volte a settimana riduce significativamente il rischio di malattie a carico del cuore e dei vasi sanguigni, come l’infarto del miocardio, fino al 10%, un’evidenza che avvalora gli altri studi nel settore.
Secondo quanto emerso, infatti, il consumo di pesce fresco e in scatola, in particolare di pesci definiti grassi, come sardine, salmone, trota e sgombro, è benefico per la salute cardiovascolare a causa dell’elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi, noti per il loro effetto protettivo riguardo al ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

NOTIZIE SPECIFICHE SU | cuore, pesce, cardiovascolare,




Del 22/12/2023 09:40:48

Notizie correlate