(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) punteggi nel questionario sono associati significativamente a un linguaggio meno espressivo, una minore abilità di dare il nome rapidamente agli oggetti e a più basse capacità di scrittura. All'aumentare del punteggio è risultata associata anche una minore integrità della sostanza bianca, in tratti che coinvolgono le funzioni del linguaggio e dell'alfabetizzazione", spiegano i ricercatori.
Per questo, è superficiale cercare di individuare un tempo minimo sicuro di utilizzo di questi strumenti per i bambini più piccoli, come afferma il coordinatore della ricerca John Hutton: “È difficile dire quale siano l'età minima o il tempo più indicato. Il mio motto è 'screen free' fino ai tre anni, questo almeno fa sì che i bambini arrivino all'asilo con una solida base nel mondo reale".
Un altro articolo pubblicato su Paediatrics da un team della Boston University School of Medicine punta il dito contro l'eccesso di tecnologia.
L'intromissione della tecnologia per fermare il pianto del bambino crea sollievo alle orecchie e al cervello dei genitori, ma ha un effetto negativo sullo sviluppo emotivo del piccolo, dal momento che gli impedisce di imparare ad autoregolare i propri sentimenti.
La dott.ssa Jenny Radesky spiega: “oggi i dispositivi mobili sono ovunque e i piccoli li utilizzano con maggiore frequenza già in tenera età. Ma l'impatto che questi nuovi schermi sta avendo sul loro sviluppo e comportamento è ancora relativamente sconosciuto. L'aumento delle ore trascorse davanti al televisore riduce lo sviluppo delle competenze linguistiche e sociali. Allo stesso modo anche il ricorso intensivo al tablet sostituisce la quantità di tempo trascorsa a impegnarsi in un'interazione diretta con esseri umani. Se questi dispositivi diventano il metodo predominante per calmare e distrarre i bambini, questi saranno poi in grado di sviluppare i loro meccanismi interni di auto-regolazione?".
D'altronde, le potenzialità didattiche di questi strumenti sono ben note, anche se i bambini sotto i 2 anni e mezzo non ne possono beneficiare appieno, quindi il loro utilizzo va consigliato a una fascia d'età superiore e con la supervisione di un adulto.
Senza considerare poi i danni fisici legati a un uso a lungo termine di tablet e smartphone, problemi alle articolazioni e affaticamento degli occhi in primo luogo.
Leggi altre informazioni
06/11/2019 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante