Gli anziani sani hanno risposto bene alla pandemia

Le funzioni cognitive sono rimaste pienamente preservate

Un team di ricercatori dell'Università di Torino guidato dalla prof.ssa Martina Amanzio del Dipartimento di Psicologia ha pubblicato su Scientific Reports un'analisi sugli effetti della pandemia sulla popolazione anziana.
Lo studio, in collaborazione con altri centri (Scuola Universitaria Superiore - IUSS e Istituti Clinici Scientifici Maugeri - IRCCS di Pavia, Dipartimento di Psicologia Università Cattolica del Sacro Cuore e Istituto Auxologico Italiano - IRCCS di Milano), ha dimostrato come - nonostante la popolazione anziana risultasse essere quella maggiormente a rischio per quanto riguarda la salute fisica e mentale - alcuni soggetti in “healthy aging” - in assenza di declino cognitivo o fisico oggettivabile - abbiano risposto anche positivamente alla situazione emergenziale tipica della pandemia.
Il gruppo di ricerca ha potuto sfruttare la preziosa disponibilità di dati sullo ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: pandemia, anziani, Covid,

Notizie correlate


La febbre Oropouche è in Italia Rilevati due casi in Lombardia





Altri virus proteggono i bambini da Covid-19 Il loro sistema immunitario è più pronto a reagire





Virus a RNA, il calcio li alimenta Identificato un meccanismo molecolare che può inibirne la propagazione





I polifenoli che innescano la risposta immunitaria Una formulazione nutraceutica mostra una consistente attività antimicrobica





Arriva l'estate, come difendersi dalle zanzare Qualche accortezza e soluzioni all'avanguardia per un'estate serena





Nuovo ceppo aggressivo del vaiolo delle scimmie La nuova versione sta causando un aumento dei contagi





Il Long Covid raddoppia il rischio di ricovero Quasi 5.000 morti a causa delle sequele dell'infezione





La ferroptosi dietro i casi gravi di Covid Possibili nuovi target terapeutici grazie alla scoperta





Covid, la nuova variante KP.2 Non risponde ai vaccini come le precedenti





Vaccino da rotavirus, pochi i rischi in terapia intensiva Studio americano ha valutato il rischio di trasmissione del virus





Le ragioni dietro all'epidemia di streptococco La recrudescenza degli ultimi anni sembra legata a un debito immunologico





Covid, come cambia la risposta ai vaccini Ogni soggetto risponde in maniera più o meno efficace





Covid, il problema dell'olfatto Molti pazienti sperimentano una persistente disfunzione olfattiva





Gonorrea, alla ricerca di nuovi anticorpi monoclonali Un modello inedito che combina microscopia confocale e IA





Primo caso di virus B trasmesso dalle scimmie Uomo aggredito da un branco in un parco rimane infettato





Una cura più efficace per le infezioni urinarie complicate Cefepime-taniborbactam più efficace di meropenem





Long Covid, il virus può rimanere più di 1 anno Individuati frammenti del virus nel circolo sanguigno e nei tessuti





Long Covid, linee guida per il follow up Le azioni da intraprendere per contrastare l'onda lunga dell'infezione





Covid, meglio i vaccini monovalenti Mostrano maggiore adattabilità alle nuove mutazioni