(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) come trattamento per i bambini che soffrono di dolore acuto. Infatti uno studio condotto in anestesia pediatrica dimostra che l’uso dell’ipnosi come trattamento aggiuntivo consente un maggior controllo del dolore, si riduce l’ansia preoperatorio, il decorso postoperatorio è meno doloroso e la ripresa più rapida con minor giorni di degenza.
L’ipnosi è stata utilizzata con successo nella riduzione delle fratture con bambini ai quali non potevano essere somministrati analgesici; nei casi di interventi invasivi e dolorosi post ustioni e nell’odontoiatria, evitando o riducendo l’anestesia dentale.
Nel caso del dolore cronico, uno studio su una coorte di 144 bambini ed adolescenti affetti da cefalea cronica hanno rilevato una riduzione statisticamente significativa nella frequenza, intensità e durata del dolore di testa. Un lungo periodo di follow up ha evidenziato che i ragazzi oltre a veder migliorare il mal di testa avevano avuto modo di applicare l’autoipnosi con successo anche in altri stati di dolore e stress.
Un recente studio randomizzato su 52 pazienti pediatrici affetti da dolore addominale e sindrome dell’intestino irritabile ha evidenziato una significativa differenza rispetto a quelli seguiti con trattamento medico standard, con remissione a 5 anni dal trattamento.
Oltre al dolore acuto e cronico, i vantaggi nelle problematiche pediatriche più frequenti sono ampiamente documentate e testimoniate da un significativo aumento della qualità di vita dei piccoli pazienti. Ad esempio In un interessante studio è stato condotto con un gruppo di bambini con fibrosi cistica addestrato in auto-ipnosi, mentre un altro era di controllo. I risultati hanno mostrato che, rispetto al gruppo di controllo, il gruppo in trattamento ha raggiunto miglioramenti significativamente maggiori nel picco di flusso espiratorio , così come nell'ansia, autostima e stato di salute.
Nel caso di insonnia si è visto che sole due sessioni di ipnosi erano sufficienti per il 68% di un gruppo di 84 ragazzi in età scolare.
“I bambini sono intensamente coinvolti nella loro terapia ipnotica - sottolineano Adinolfi e Gava - perché si gestiscono da soli, utilizzando le loro attitudini e capacità attraverso l'autoipnosi che apprendono molto velocemente. Anche i bambini molto piccoli possono imparare queste tecniche, ottenendo notevoli miglioramenti nella loro salute, qualità della vita e soprattutto autostima”.
Leggi altre informazioni
31/10/2013 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante