(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) ACPA-negativa (OR = 2.1, 95% CI 1.5-3.1)
-tale aumentato rischio era molto più elevato se i pazienti in trattamento con tiroxina erano RA ACPA-positiva con positività per HLA-DRB1, considerato il  principale fattore di rischio genetico della patologia reumatica (OR = 11.8, 95% CI 6.9-20.0), rispetto a chi non la evidenziava (OR = 1.4, 95% CI 0.7 - 3.0) o chi era HLA-DRB1 positivo ma non in trattamento tiroxinico (OR = 5.7, 95% CI 4.6-6.9), indicando quindi una forte interazione (AP = 0.5, 95% CI 0.2-0.8) fra terapia con tiroxina, genetica e RA
-l'interazione tra tiroxina e fumo, anche se non significativa, era pur presente (AP=0.4, 95% CI 0.0 - 0.7; OR tiroxina + fumo = 3.6, solo tiroxina = 1.5, solo fumo = 1.8).
Per il clinico questi risultati possono avere due riflessi pratici importanti:
1. i pazienti con tireopatia autoimmune in terapia sostitutiva tiroxina possono avere un documentato aumento del rischio di RA, in particolare se sono geneticamente predisposti; inoltre questi pazienti dovrebbero astenersi dal fumo
2. anche se i sintomi articolari possono essere una manifestazione di ipotiroidismo, i medici dovrebbero prendere in considerazione l'eventualità che possano essere una precoce manifestazione di RA, specialmente ACPA-positiva.
02/09/2013 Giovanni Zelano


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante