Morto per un lavaggio nasale a causa di un'ameba

La vittima si è infettata dopo aver fatto lavaggi nasali con acqua del rubinetto

L'ameba mangia cervello colpisce ancora. Un uomo è morto in Florida dopo essere stato infettato dal microrganismo Naegleria fowleri. Particolari le modalità con le quali il soggetto è stato infettato: l'uomo ha infatti deciso di fare alcuni lavaggi nasali, ma invece di usare la soluzione fisiologica sterile ha utilizzato semplice acqua del rubinetto, evidentemente infetta.
Un caso simile si era verificato nel 2018 a Seattle, dove una donna di 69 anni aveva contratto l'infezione dopo aver utilizzato l'irrigatore nasale senza soluzione fisiologica sterile. In questo caso la donna è stata infettata da un'altra ameba - Balamuthia mandrillaris - che si trova nel terreno e nell'acqua dolce.
Un'infezione da evitare a ogni costo dal momento che il tasso di mortalità si aggira attorno al 100%. Balamuthia mandrillaris è molto difficile da individuare perché può essere confusa con le cellule ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: ameba, Fowleri, acqua,

Notizie correlate


Nuovo ceppo aggressivo del vaiolo delle scimmie La nuova versione sta causando un aumento dei contagi





Il Long Covid raddoppia il rischio di ricovero Quasi 5.000 morti a causa delle sequele dell'infezione





La ferroptosi dietro i casi gravi di Covid Possibili nuovi target terapeutici grazie alla scoperta





Covid, la nuova variante KP.2 Non risponde ai vaccini come le precedenti





Vaccino da rotavirus, pochi i rischi in terapia intensiva Studio americano ha valutato il rischio di trasmissione del virus





Le ragioni dietro all'epidemia di streptococco La recrudescenza degli ultimi anni sembra legata a un debito immunologico





Covid, come cambia la risposta ai vaccini Ogni soggetto risponde in maniera più o meno efficace





Covid, il problema dell'olfatto Molti pazienti sperimentano una persistente disfunzione olfattiva





Gonorrea, alla ricerca di nuovi anticorpi monoclonali Un modello inedito che combina microscopia confocale e IA





Primo caso di virus B trasmesso dalle scimmie Uomo aggredito da un branco in un parco rimane infettato





Una cura più efficace per le infezioni urinarie complicate Cefepime-taniborbactam più efficace di meropenem





Long Covid, il virus può rimanere più di 1 anno Individuati frammenti del virus nel circolo sanguigno e nei tessuti





Long Covid, linee guida per il follow up Le azioni da intraprendere per contrastare l'onda lunga dell'infezione





Covid, meglio i vaccini monovalenti Mostrano maggiore adattabilità alle nuove mutazioni





Covid, 4 anni dopo L’infezione pare sotto controllo ma i vaccini sono ancora importanti





Covid, Paxlovid da evitare se si usano immunosoppressori Rischio di effetti gravi a causa dell'interazione farmacologica





Nuovo vaccino contro l'Hpv In fase di sviluppo un nuovo preparato contro il Papilloma virus umano





Covid, i linfociti T proteggono anche senza anticorpi Dimostrata l'immunità prolungata rispetto al virus





Nuove linee guida sul trapianto del microbioma Efficace nella prevenzione delle recidive