Sezioni medicina


L'efficacia dell'immunoglobulina umana nell'Alzheimer

L'esposizione prolungata è utile per la prevenzione

In particolari forme della malattia di Alzheimer la somministrazione a lungo termine di immunoglobulina umana ha mostrato essere un fattore protettivo. Lo evidenzia uno studio effettuato da alcuni ricercatori del Mount Sinai School of Medicine di New York e pubblicato sulla rivista della Federation of American Societies for Experimental Biology.
Purtroppo si sa bene che la malattia di Alzheimer non ha possibilità di essere curata, è una patologia neurodegenerativa progressiva che riguarda più di cinque milioni di persone nel mondo.
L'immunoglobulina umana per via endovenosa (IVIG) non rappresenta una novità, diversi trials clinici esistono già al fine di valutare la tollerabilità e l'efficacia di IVIG nei soggetti con malattia di Alzheimer ma hanno evidenziato risultati inconsistenti.
La ricerca, condotta da Giulio Maria Pasinetti, docente di Neurologia e Psichiatria presso la ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Keywords | Alzheimer, immunoglobulina, umana,

Avvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 46801 volte