(Torna alla 1° pagina..)(2° pagina) a riposo, rispetto alla lunghezza precedente al trattamento. Non sono state riscontrate variazioni significative nella circonferenza del pene dei volontari.
Il nuovo dispositivo medico è stato chiamato “Andro-Penis” e si propone come un'alternativa alla chirurgia per quegli uomini che abbiano dimensioni peniene inferiori ai 4 cm di lunghezza a riposo.
Il dott.Gontero invita a diffidare dei messaggi ingannevoli diffusi su internet e dalla pubblicità, che spacciano per miracolosi prodotti e trattamenti pericolosi e, nei migliori casi inefficaci.
Sotto i nomi altisonanti di potenza sessuale e virilità si nascondono tanti inganni e truffe pericolose per la salute e per il portafoglio e dunque occorrono attenzione, buon senso e la visita da un andrologo che potrà consigliare, ove esistano malformazioni o ridottissime dimensioni dell'organo sessuale maschile, gli interventi più opportuni, tra cui quelli chirurgici.
Andro-Penis si aggiunge alle opzioni disponibili come trattamento non chirurgico del ridotto sviluppo dell'organo sessuale maschile.
Nella sperimentazione della nuova apparecchiatura meccanica sono state seguite diverse fasi: in primo luogo una consulenza psicosessuale fornita ai volontari, per accertarsi della necessità e utilità del trattamento medico, in seguito si è chiesto ai 21 uomini selezionati per lo studio di indossare Andro-Penis tra le quattro e le sei ore al giorno, infine si sono misurati i risultati della sperimentazione.
Dopo sei mesi dall'inizio della ricerca, cinque volontari hanno desistito per dolori e infiammazioni al loro pene e perchè non riuscivano a seguire il protocollo d'applicazione loro consigliato dai medici. Gli altri 16, come detto, hanno visto allungarsi il loro pene del 31% a riposo e del 36% in erezione, senza cambiare di molto la circonferenza del proprio organo sessuale.
Gontero spiega che esistono tecniche chirurgiche per aumentare lunghezza e circonferenza peniene, ma vanno incontro a rischi di complicanze e insoddisfazione del paziente: tutti quelli che hanno concluso i test sui Andro-Penis, invece, si sono detti molto soddisfatti dei risultati raggiunti.
L'urologo Gontero sottolinea come sia sempre necessaria un'attenta valutazione medica di ogni caso clinico per valutare se sia possibile e consigliabile intervenire per rettificare e incrementare le dimensioni dell'organo sessuale maschile. La stessa chirurgia del pene, secondo l'orientamento degli specialisti americani, viene consigliata solo a quegli uomini con pene al riposo di lunghezza inferiore ai 4 centimetri e perciò molti di quelli che richiedono l'intervento vengono scartati perchè non soddisfano questi requisiti.
Lo studio torinese su Andro-Penis, invece, si è svolto su uomini che avevano quasi tutti dimensioni superiori ai 4 centimetri, che presentavano in buona parte problemi di disformia o che avevano subito già un'operazione chirurgica per correggere una curvatura eccessiva.
Il consiglio, tuttavia, è di affidarsi a un bravo andrologo e di superare, quando non ci siano effettivi difetti fisici evidenti, quei problemi psicologici e comportamentali che possono compromettere la sfera della sessualità.
Leggi altre informazioni
01/04/2009

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook
Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.
Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante