Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

La canagliflozina aumenta il rischio di fratture

Il farmaco per il diabete riduce la densità minerale ossea

Varie_13606.jpg

Un farmaco utilizzato per il trattamento del diabete di tipo 2, la canagliflozina, è associato a un maggior rischio di fratture e perdita della densità minerale ossea. A dirlo è la Food and Drug Administration americana, che ha pubblicato un avviso di sicurezza basato sui dati di 9 studi clinici.
Nelle sperimentazioni l'esposizione media al farmaco è stata di 85 settimane, con un tasso di incidenza di fratture fra 1,1 e 1,5 per 100 pazienti-anno di esposizione.
La canagliflozina è un inibitore Sglt2, nuova classe di farmaci a cui appartengono anche dapagliflozina ed empagliflozina. Questi medicinali agiscono favorendo l'eliminazione del glucosio per via renale.
Per conservare le calorie, i reni riassorbono gran parte del glucosio filtrato con un meccanismo regolato proprio dai trasportatori di glucosio di tipo 2, Sglt2. Se si blocca l'attività dei trasportatori si riesce a inibire ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fratture, canagliflozina, Sglt2,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 15664 volte