Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di riccardo (del 10/04/2014 @ 11:53:03, in Lettera T, visto n. 2483 volte)
Affezione cutanea che colpisce i peli delle ascelle o talora quelli dei genitali. E' causata da un batterio appartenente al genere Corynebacterium, che parassita il fusto del pelo; questo si presenta avvolto da una concrezione poltacea giallastra. È facilmente risolvibile con antisettici locali.
 
Di riccardo (del 10/04/2014 @ 11:51:29, in Lettera T, visto n. 749 volte)
Malattia del sistema pilifero provocata da miceti.colpisce i peli delle ascelle o talora quelli dei genitali. Solitamente è causata da un fungo del genere Nocardia, che provoca un’alterazione del colore e dell’aspetto dei peli.
 
Di riccardo (del 10/04/2014 @ 11:48:24, in Lettera T, visto n. 597 volte)
Muscolo caratterizzato dalla presenza di tre distinti capi o fasci muscolari a una delle estremita. Il tricipite brachiale e il muscolo della regione posteriore del braccio che si inserisce superiormente con i suoi corpi muscolari alla scapola e all'omero e inferiormente all'ulna nella regione del gomito la sua contrazione provoca l'estensione dell'avambraccio sul braccio e l'adduzione del braccio. Il tricipite surale e il muscolo della regione posteriore della gamba che costituisce il polpaccio e formato dai due muscoli gemelli gastrocnemio e dal muscolo soleo inserendosi inferiormente al calcagno mediante il tendine d Achille consente deambulazione e salto.
 
Di dermatologia (del 24/01/2011 @ 01:34:40, in Lettera T, visto n. 1011 volte)
L'infezione da trichomonas vaginalis o tricomoniasi genitale, è la malattia venerea più frequente nel mondo e può presentarsi sia nell'uomo che nella donna, con prurito intimo, arrossamento, bruciore e secrezione maleodorante. Il trichomonas si lega alle cellule epiteliali mediante speciali molecole di membrana (adesine) favorendone l'apoptosi (distruzione della cellula). In caso di sospetta tricomoniasi genitale, al momento della visita dermatologica, saranno ricercate tutte le altre possibili malattie a trasmissione sessuale della coppia.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 15:32:57, in Lettera T, visto n. 1035 volte)
Protozoo flagellato, agente patogeno della tricomoniasi.
 
Di riccardo (del 10/04/2014 @ 11:45:31, in Lettera T, visto n. 535 volte)
Deviazione patologica delle ciglia che risultano rivolte all'interno della palpebra verso il bulbo oculare. Si verifica nell'entropion e come complicazione del tracoma, come conseguenza di retrazioni cicatriziali delle palpebre, può essere causa di lesioni oculari (cheratiti). La cura consiste estirpazione delle ciglia deviate.
 
Di Dr. Militello (del 24/10/2013 @ 23:09:41, in Lettera T, visto n. 804 volte)
Questo studio ha voluto valutare l’effetto della somministrazione di dosi ripetute di estratto acquoso liofilizzato dei frutti essiccati del tribulus terrestris per valutarne l’effetto“ afrodisiaco” sui ratti albini sessualmente pigri. MATERIALI E METODI L’attività “afrodisiaca” del farmaco è stata chiaramente valutata osservando il comportamento sessuale del ratto. Sono stati effettuati dosaggi del testosterone e una conta degli spermatozoi per valutare l’ effetto che l’esposizione alla molecola causava sull’ asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. Sono stati effettuati 28 giorni di somministrazione orale continuativa per valutarne la tossicità sui vari organi RISULTATI E’ stato sicuramente osservato un miglioramento dose dipendente, con un aumento della frequenza degli accoppiamenti, frequenza di penetrazioni ed una roduzione della latenza post eiaculatoria. Il potenziamento era più evidente nella somministrazione cronica. La somministrazione cronica ha causato maggiormente un aumento dei livelli serici di testosterone senza effetto alcuno sulla quantità degli spermatozoi. Nessun effetto collaterale sistemico è stato rilevato CONCLUSIONI Questi risultati convalidano il possibile uso del tribulus terrestris come un potenziatore naturale e quindi un possibile aiuto aggiuntivo nel trattamento della disfunzione sessuale maschile.
 
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate