Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di riccardo (del 13/11/2013 @ 11:52:51, in Lettera O, visto n. 578 volte)
Porzione della faringe in comunicazione con la cavità orale, compresa tra rinofaringe, superiormente, e ipofaringe, inferiormente. Fra le patologie a carico dell'orofaringe le masse tumorali e l'apnea centrale nel sonno per via dell'ostruzione.
 
Di riccardo (del 14/11/2013 @ 11:59:03, in Lettera O, visto n. 556 volte)
Insieme dei punti dello spazio la cui immagine si forma su punti retinici corrispondenti, rappresentati su una linea curva; i punti al di fuori della curva vengono percepiti sdoppiati. Si può verificare facilmente ponendo davanti agli occhi, a distanze rispettivamente diverse, gli indici delle due mani: fissando quello più vicino, vedremo sdoppiato quello più lontano e viceversa (diplopia fisiologica); normalmente non si ha coscienza di questo sdoppiamento d'immagine, perciò non si avverte alcun disturbo della visione.
 
Di dr.ssa Anna Carderi (del 13/11/2013 @ 11:54:39, in Lettera O, visto n. 525 volte)
Erezione dei peli e dei capelli provocata da un violento stato emotivo, per esempio, paura. Lo stimolo si comunica, tramite il simpatico, all'innervazione cutanea che induce la contrazione dei muscoli erettori dei peli (detti anche orripilatori), i quali modificano la posizione dei bulbi piliferi e quindi dei peli. L'orripilazione è spesso accompagnata dal brivido e può essere causata anche dal freddo.
 
Di riccardo (del 13/11/2013 @ 11:58:12, in Lettera O, visto n. 579 volte)
Vasto gruppo di alimenti vegetali, di cui si usano le foglie (per esempio, insalate, bietole, coste, finocchi, spinaci), le radici (carote, rape, ravanelli), i frutti (peperoni, melanzane, pomodori), o i fiori (cavoli, carciofi, broccoli). L'importanza alimentare della verdura è dovuta alla ricchezza in vitamine e sali minerali, di cui è più ricca rispetto alla frutta. Il 90-95% del peso della verdura è costituito dall'acqua: assolutamente trascurabile è la presenza di protidi, glicidi e lipidi. Il contenuto di fibra indigeribile è variabile ma sempre degno di nota, con favorevoli ripercussioni sul transito intestinale. L'impiego della verdura nell'alimentazione quotidiana è indicato soprattutto nelle diete ipocaloriche perché grazie alla sua voluminosità riesce ad assicurare una precoce sazietà con un introito calorico estremamente modesto.
 
Di riccardo (del 13/11/2013 @ 12:01:50, in Lettera O, visto n. 616 volte)
L'Orthosiphon stamineus(famiglia Labiate), detto anche tè di Giava contiene ossalato di potassio e altri componenti organici. È un ottimo diuretico, colagogo e ipocolesterolemizzante. È usato per dissolvere i calcoli formati da ossalato di calcio e nelle composizioni di tisane dimagranti. Si usa in infuso da solo o associato a piante sinergiche.
 
Di Sintomi (del 21/03/2008 @ 12:35:21, in Lettera O, visto n. 2874 volte)
L'Orticaria è una patologia che interessa la parte più superficiale della pelle. Tutte le varie tipologie sono caratterizzate dalla comparsa di piccole macchie sulla pelle, chiamati pomfi, spesso insieme all'orticaria nella stessa persona si manifesta anche l' angioedema. Esistono diverse forme specifiche di orticaria studiate nel campo medico, fra esse si riscontrano: - Orticaria pigmentosa - Orticaria-angioedema da freddo - Orticaria colinergica - Orticaria da pressione - Angioedema ereditario, la più famosa fra le forme di livello genetico. I sintomi e i segni clinici presentano una diverista di espressioni quali la comparsa di pomfi rossi pruriginosi sulla cute, piccole lesioni con bordi spessi che possono anche unirsi. L’assunzione di certi farmaci o determinati alimenti nell’organismo possono causare una reazione patologica che porta all’orticaria. Altre cause sono i graffi di animali, i morsi di insetto, stress emotivi, infezione da echinococco (riscontrabile negli animali come il cane e trasmettibili all’uomo), pollini. Sono fattori che aumentano il rischio di essere infettati da tale patologia le reazioni allergiche avvenute in precedenza Cibi rilevati ad associazione di rischio di genesi di orticaria: - Uova - Arachidi - Latte - Bacche - Crostacei - Pesce Esami: Prima di tutto serve un accurata anamnesi per assicurasi il motivo per cui la persona possa essere affetta da tale malattia (cibi che ha ingerito, farmaci che ha assunto, ecc). In seguito occorrono esami di laboratorio approfonditi fra cui la VES e la complementemia. Per casi particolari occorre l’esame della biopsia cutanea.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 14:24:19, in Lettera O, visto n. 1270 volte)
L'orticaria è una dermatosi causata da diversi fattori: allergici (assunzione di farmaci, alimenti, parassiti intestinali, contatto con piante, tessuti ecc.), di tipo fisico (sbalzi di temperatura, esposizione al sole, da sforzo fisico ecc.), di origine psicogena (stress). È caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di placche o pomfi di grandezza e forma variabili, di colore rossastro, e da un intenso prurito che aumenta a contatto con indumenti pesanti o in ambienti molto caldi. L'orticaria solitamente si risolve senza esiti nell'arco di pochi giorni, ma ci sono anche forme croniche in cui, dopo un esordio acuto, la patologia si ripresenta con varia frequenza per molti mesi o anche anni. Le cause dell'orticaria cronica non sono chiare; solo nel 10% la si può fare risalire a intolleranze alimentari, farmacologiche o a motivi legati all'ambiente. Vi sono poi forme particolari di orticaria: quella gigante (edema di Quincke) si localizza soprattutto al viso e nella zona genitale; quella pigmentosa è caratterizzata da papule brunastre, con decorso cronico. La terapia si basa innanzitutto sull'individuazione e sull'eliminazione delle cause scatenanti della patologia, quindi sulla somministrazione di farmaci sintomatici, come gli antistaminici e i corticosteroidi (nei casi più gravi); possono anche essere prescritti farmaci ad azione calmante, come le benzodiazepine.
 
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< maggio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate