Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:26:09, in Lettera C, visto n. 503 volte)
Asportazione chirurgica della vescica urinaria. Il termine può essere usato anche per indicare l'asportazione di una cisti.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:27:29, in Lettera C, visto n. 439 volte)
aminoacido solforato, cioè provvisto di un gruppo solfidrico (-SH); quando questo gruppo si ossida può dare luogo a un ponte disolfuro (-S-S-). Se tale reazione avviene tra due molecole di cisteina si ottiene la cistina.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:27:59, in Lettera C, visto n. 458 volte)
Formazione in cui si versa o ristagna un liquido organico.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:28:44, in Lettera C, visto n. 467 volte)
Visualizzazione radiografica delle cisterne della base cranica, ottenuta mediante introduzione di un mezzo di contrasto gassoso nello spazio subaracnoideo (15-30 ml di aria per via lombare o per via suboccipitale, dopo sottrazione di adatta quantità di liquor). La TAC ha ridotto molto l'uso della cisternografìa, attualmente impiegata soltanto in caso di idrocefalia o nelle aracnoiditi. Inoltre questo esame ha numerosi inconvenienti: è doloroso, causa quasi sempre cefalea e talvolta disturbi cardiocircolatori; nel caso di tumore endocranico vi è pericolo di erniazione delle tonsille cerebellari nel forame occipitale, con conseguenze mortali.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:34:27, in Lettera C, visto n. 638 volte)
Neoformazione rotondeggiante od ovalare, è un teratoma, un tumore benigno di grandezza variabile da pochi millimetri a parecchi centimetri, ricoperta da cute normale, di consistenza molle. Si localizza preferenzialmente al volto, compare alla nascita o più tardivamente e si accresce fino a raggiungere il volume definitivo. All'interno della cisti possono essere presenti ghiandole sebacee e sudoripare, peli, unghie. Tali cisti possono comparire anche in altri organi (ovaio, rene, testicolo, sistema nervoso). La cisti dermoide si riscontra anche nell'ovaio ed origina dalle cellule germinali ovariche, cioè quelle che mantengono la capacità di differenziarsi in diversi tessuti. In ginecologia le masse annessiali più frequenti compaiono nell’infanzia e nell’adolescenza, ma possono essere diagnosticate anche in epoca post-menopausale. La terapia è chirurgica laparoscopica e permette di preservare la struttura ovarica residua.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:42:04, in Lettera C, visto n. 1097 volte)
Sono lesioni delle radici dei nervi spinali ripiene di liquor spinale, rilevate più frequentemente a livello sacrale durante gli esami di risonanza magnetica nucleare. Generalmente asintomatiche, in rari casi possono essere causa di una sindrome neurologica, detta sindrome di Tarlov, dal nome del neurochirurgo americano che per primo, nel 1938, identificò la natura di tali cisti. L’opzione chirurgica ha avuto risultati sovente deludenti dal punto di vista del miglioramento della qualità della vita dei pazienti (vedasi risultati di un survey internazionale). Il trattamento con fibrina, sperimentato anche in qualche ospedale in Italia, laddove efficace, rappresenta una soluzione temporanea, i cui effetti sembrano esaurirsi nel giro di pochi mesi. Attualmente la patologia viene trattata prevalentemente a livello antalgico tramite i consueti farmaci per il dolore neuropatico (FANS, antidepressivi, antiepilettici, morfinoidi). In alcuni casi si ricorre all’impianto di pompa ad infusione intratecale, che somministra antidolorifici e mio-rilassanti (per lo più morfina e baclofen) e/o di elettrostimolatore. Ottenuti effetti benefici con sedute di etiopatia.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:37:56, in Lettera C, visto n. 443 volte)
Strutture cavitarie, tondeggianti, epitelizzate, a contenuto liquido, annidate nelle ossa mascellari, che originano da formazioni tessutali diverse. Hanno crescita continua ed espansiva, con progressiva deformazione e distruzione del tessuto osseo. Si suddividono in odontogene, disontogenetiche e pseudocisti. Dopo una prima fase asintomatica, le cisti mascellari esordiscono con la deformazione espansiva, non dolorosa. Complicazioni frequenti: infezioni e suppurazione. La terapia, chirurgica, mira all'asportazione completa della parete cistica e alla bonifica dell'elemento dentario responsabile della cisti mascellare stessa.
 
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (398)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (345)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate