Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di riccardo (del 22/10/2013 @ 18:25:26, in Lettera C, visto n. 615 volte)
Sinonimo di labbro leporino è una malformazione congenita dovuta a un'anomalia di sviluppo. Morfologicamente può variare da una piccola incisura sul labbro superiore del neonato, fino alla sua separazione completa che si estende entro il pavimento delle fosse nasali. In genere, il labbro leporino si accompagna a palatoschisi, anomalie delle cartilagini e delle ossa nasali, anomalie dei denti (assenza, deformazioni, denti soprannumerari). A parte il fattore estetico e i problemi connessi con la correzione dei difetti del linguaggio, tale malformazione, facilitando la deviazione di cibo nelle vie respiratorie, pone immediati problemi per l'alimentazione del neonato e per la profilassi delle infezioni broncopolmonari da aspirazione (per esempio, polmoniti ab ingestis). Il trattamento consiste in un intervento di chirurgia plastica o maxillo-faciale praticato in genere all'età di uno o due mesi, con una revisione del primo intervento riparativo all'età di 4-5 anni.
 
Di riccardo (del 22/10/2013 @ 18:24:02, in Lettera C, visto n. 605 volte)
Tumore maligno del labbro, che si localizza preferenzialmente nella mucosa del labbro inferiore, che per la sua maggior estroflessione è più esposto alle radiazioni solari e ai traumatismi. Fumo e alcol risultano fattori favorenti l'insorgenza di tale tumore. È colpito con maggiore frequenza il sesso maschile. Spesso è preceduto da processi morbosi cronici come la cheilite cronica attinica, la leucoplasia, l'acantoma spinocellulare.
 
Di riccardo (del 22/10/2013 @ 18:23:02, in Lettera C, visto n. 612 volte)
Infiammazione a carico delle labbra, conseguente a traumi, infezioni (batteriche, micotiche), irritazione da prodotti chimici, esposizione ai raggi ultravioletti, sensibilizzazione a prodotti cosmetici. La cheilite può essere la prima manifestazione di malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico) o di una dermatosi quale il lichen ruber planus. La cheilite angolare (agli angoli delle labbra) si osserva anche in soggetti portatori di protesi dentarie non corrette, che portano alla formazione di un solco in corrispondenza delle commissure labiali, che favorisce lo sviluppo di candidosi locale.
 
Di medicinasalute (del 11/12/2011 @ 20:14:38, in Lettera C, visto n. 682 volte)
Sindrome di Chédiak-Igashi.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 15:41:23, in Lettera C, visto n. 1083 volte)
Disordine a carattere autosomico recessivo che provoca un'alterazione nel meccanismo di lisi dei batteri fagocitati. La malattia è causata da un'anomalia genetica a carico della proteina LYST. La sua alterazione causa la formazione di granuli giganti a livello delle cellule nucleate. I sintomi comprendono febbre, ittero, linfoadenopatia e albinismo. L'unica possibilità di cura è rappresentata dal trapianto di midollo osseo, che va preceduto dalla somministrazione di antibiotici per prevenire eventuali infezioni. In mancanza di trapianto, il soggetto colpito muore entro 30 mesi dall'insorgenza della condizione.
 
Di riccardo (del 22/10/2013 @ 18:22:09, in Lettera C, visto n. 580 volte)
Insieme di esami clinici e di laboratorio volti a raccogliere informazioni generali sullo stato di salute di un paziente. Nella pratica medica corrente vengono indagate alcune funzioni metaboliche basilari (metabolismo degli zuccheri e dei grassi, funzionalità ematica, epatica, renale) e le condizioni anatomo-funzionali dei principali organi e apparati mediante la visita medica e l'esecuzione di esami del sangue, elettrocardiogramma, radiografie semplici del torace, eventuali ecografie mirate. È una procedura in genere dispendiosa, ritenuta antieconomica e spesso imprecisa per la valutazione attendibile dello stato di salute all'interno di una popolazione. L'esecuzione di ripetuti check-up frazionati nel tempo non consente quasi mai di intervenire efficacemente sullo sviluppo di un determinato processo morboso, o perché comunque individuabile agevolmente dal medico curante o perché in grado di sfuggire agli esami generici effettuati. Vedi prevenzione.
 
Di medicinasalute (del 11/12/2011 @ 19:23:50, in Lettera C, visto n. 789 volte)
Polineuropatia cronica familiare, con trasmissione ereditaria autosomica dominante o recessiva o legata al cromosoma X. È indotta dalla degenerazione delle corna posteriori del midollo, delle cellule delle corna anteriori del midollo e da ispessimenti dei nervi periferici e delle radici spinali. Si ha atrofia muscolare progressiva che colpisce inizialmente e simmetricamente i muscoli distali degli arti inferiori con deformazione del piede, e si estende poi a tutta la gamba per raggiungere poi gli arti superiori. Accompagnata da un deficit dei riflessi propriocettivi e della sensibilità superficiale e profonda
 
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate