Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito tutti i lemmi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di salute (del 06/10/2007 @ 17:29:20, in Lettera S, visto n. 1033 volte)
Lo scalogno è un parente stretto della cipolla, tanto da essere considerato il suo sostituto nelle ricette più raffinate. Infatti lo scalogno non è molto diffuso e viene proposto nella cucina più attenta ai gusti delicati. Infatti ha un sapore più deciso della cipolla, ma meno intenso dell’aglio e può essere una buona base per un soffritto da un sapore meno convenzionale. Dal punto di vista botanico, è una pianta arborea (Allium ascalonicum) leggermente più piccola della cipolla ma di aspetto simile, non solo nei bulbi ma anche nel fusto. Ne esistono due varietà, una più piccola e gustosa, precoce, e una più grande ma meno pregiata. Non si conosce una forma spontanea di questa pianta, quindi non sono ben chiare le sue origini e provenienza. Sembra tuttavia che fosse già coltivata dai romani, in quanto il nome sembra derivare da quello dell’antica città di Allium Ascolicum, al confine tra Egitto e Siria. In passato è stata molto coltivata in Francia, ma ora risulta più rara e difficile da reperire. Lo scalogno ha un bulbo più affusolato della cipolla e un colore oro più intenso. INFO AL. - Carboidrati: 5,7; proteine: 1; grassi: 0,1; acqua: 92,1; calorie: 28. Parte edibile: 72; calorie al lordo: 20.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 20/02/2014 @ 15:37:38, in Lettera S, visto n. 415 volte)
Detta anche articolazione della spalla, rappresenta un'enartrosi in cui la testa dell'omero si inserisce nella cavità glenoidea della scapola e che permette al braccio di compiere movimenti completi e assai ampi. Le superfici articolari sono collegate da legamenti (coraco-omerali e gleno-omerali) e dalla capsula articolare.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 03/02/2014 @ 18:08:30, in Lettera S, visto n. 439 volte)
Incisione degli strati più superficiali della cute o delle mucose, che non provoca fuoriuscita di sangue. In passato veniva utilizzata per praticare la vaccinazione antivaiolosa, attualmente non più obbligatoria. Oggi la scarificazione viene effettuata per la rimozione parziale di tatuaggi e cover-up, tramite l'utilizzo dell'elettrodermografo, un macchinario che impiega corrente ad alta frequenza per disgregare il pigmento nella pelle.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di salute (del 25/06/2007 @ 11:44:06, in Lettera S, visto n. 139051 volte)
Detta anche seconda malattia, è l’unica malattia esantematica causata da una batterio e non da un virus. Si tratta infatti di una infezione causata da uno streptococco ß emolitico del gruppo A (localizzato per lo più a livello faringotonsillare) che produce una tossina eritrogena. Essa induce una risposta infiammatoria diffusa ed una vasodilatazione, responsabile del colore scarlatto dell’esantema. Prima dell’avvento della terapia antibiotica il tasso di mortalità in malati di scarlattina era alto (15-20%); oggi ciò si è notevolmente ridimensionato (<1%). La scarlattina insorge di solito tra il primo e decimo anno di età ma, per quanto raro, può interessare anche gli adulti. Incubazione Mediamente è di 2-5 giorni. Periodo prodromico La malattia si manifesta in maniera brusca con febbre, brividi, cefalea, vomito, malessere, forte dolore alla deglutizione. Il faringe è di colore rosso intenso, scarlatto, con petecchie diffuse sul palato molle, con netta delimitazione tra palato duro e palato molle (fenomeno del colpo d’unghia di Schultz). Le linfoghiandole cervicali sono ingrossate. La lingua, nel primo giorno di infezione, si presenta coperta da una patina biancastra, con papille rosse edematose che protrudono attraverso di essa (lingua a fragola bianca). Dopo 4-5 giorni vi è la caduta per desquamazione della patina che rivela una lingua rosso carne con papille prominenti (lingua a fragola rossa o lampone). Le tonsille sono rosse, edematose con essudato muco-purulento (placche biancastre). Periodo esantematico L’eruzione cutanea compare dopo 1-4 giorni dall’inizio della malattia ed è costituita da papule molto piccole di colorito rosso intenso. Inizia alla radice degli arti (ascelle, inguine) per poi diffondersi centripetamente al tronco, agli arti ed al viso: qui assume l’aspetto noto come "maschera scarlattinosa di Filatow", in cui il pallore del triangolo naso-labiale-mentoniero contrasta con l’eritema del resto del viso. La pelle a seguito dell’eruzione diventa secca, con caratteristiche tali da generare alla palpazione la sensazione di granulosità. Altro segno caratteristico della scarlattina è il "segno della mano gialla". Dopo aver appoggiato la mano a piatto sulla cute dell’addome, la si solleva rapidamente: l’esantema scompare e si apprezza l’impronta della mano del colore subitterico. Questo colore di fondo è dovuto all’azione emolitica dello streptococco che determina un aumento della bilirubina. L’aumentata fragilità capillare si evidenzia, a seguito di microtraumi da sfregamento, con strie rubre (aree iperpigmentate con petecchie che non scompaiono alla vitropressione) nelle pieghe del gomito (pieghe antecubitali), nelle ascelle e nell’inguine (segno o linee di Pastia). La durata dell’esantema è di 4-5 giorni. Periodo desquamativo Alla scomparsa dell’eruzione cutanea fa seguito una fine desquamazione di aspetto furfuraceo che è direttamente proporzionale all’intensità dell’esantema. Contemporaneamente scompaiono i sintomi generali e si ha la caduta della febbre per lisi (la discesa della febbre avviene lentamente e non in maniera brusca, per crisi, come nel morbillo). Complicazioni La scoperta degli antibiotici ha pressoché scongiurato la comparsa di gravi complicazioni quali: otite media, polmonite, setticemia, osteomielite, febbre reumatica, glomerulonefrite acuta. Terapia Riposo a letto.br> La terapia antibiotica si basa sull’uso di alcuni antibiotici: penicillina, amoxicillina, eritromicina, cefalexina. Nella fase desquamativa può insorgere prurito: in tal caso si può prescrivere un antistaminico. Riassumendo Che cos’è? E’ una eruzione eritematosa associata ad una malattia febbrile. Da che cosa è causata? Dalla tossina eritrogena prodotta da streptococco ß emolitico del gruppo A. Chi colpisce? Bambini tra 1 e 10 anni. Può però manifestarsi anche in ragazzi e adulti. In quale periodo dell’anno? Più frequente nei mesi freddi, da fine autunno a primavera. Quanto dura l’incubazione? 2-8 giorni. Come esordisce? Improvvisamente con febbre alta, forte mal di gola, malessere generale, mal di testa, nausea e vomito. Quando compare l’esantema? Dopo 1-4 giorni dall’esordio brusco della malattia. Come si presenta? E’ un’eruzione cutanea eritemato-papulosa, con elementi papulosi piccolissimi di colore rosso intenso. Dove inizia? Alla radice degli arti (ascelle, inguini). Come si diffonde? In maniera centripeta al tronco, agli arti, al viso. Perché l’eruzione al viso è caratteristica? Sul volto vi è un netto contrasto tra il pallore della zona periorale ed il rossore delle altre zone. Questo aspetto è definito "maschera scarlattinosa di Filatow". Che cosa è il segno della mano gialla? E’ il colore dell’impronta della mano che si ottiene appoggiandola a piatto sulla cute dell’addome e risollevandola rapidamente. Che cosa sono le linee di Pastia? Sono delle strie emorragiche dovute a rotture dei capillari che si osservano soprattutto nel cavo antecubitale a causa dello sfregamento delle pieghe cutanee. Quanto dura l’eruzione cutanea? 4-5 giorni. Quando scompaiono i sintomi generali? Alla scomparsa dell’esantema. La febbre discende lentamente sino alla normalità. Come si presenta la pelle dopo l’esantema? Con una fine desquamazione. La scarlattina può dare delle complicazioni? Con l’avvento degli antibiotici il rischio di gravi conseguenze è scongiurato.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di salute (del 06/10/2007 @ 17:31:07, in Lettera S, visto n. 899 volte)
Secondo alcune fonti, questo tipo di cicoria sarebbe originaria dell’India e si distingue dalla cicoria propriamente detta per la forma del cespo più aperto. Tra i vari tipi di insalate, la scarola è una delle varietà più ricche di principi nutritivi (ferro, calcio e fosforo e vitamina A)
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 03/02/2014 @ 18:14:54, in Lettera S, visto n. 2501 volte)
Il triangolo femorale detto anche triangolo di Scarpa (da Antonio Scarpa) è una fossa di forma piramidale situata nella parte anteriore della radice della coscia: nella parte superiore è delimitato dal legamento inguinale che va dalla cresta iliaca fino alla sinfisi pubica. Ai lati, è delimitato dal muscolo sartorio dalla spina iliaca antero-superiore alla superficie mediale della tibia, medialmente rispetto alla tuberosità tibiale.Medialmente dal muscolo adduttore lungo che si estende dalla faccia anteriore del ramo superiore del pube alla linea aspra del femore.L'apice è diretto inferiormente e corrisponde alla sovrapposizione dei muscoli sartorio e adduttore lungo. Prosegue nella parte inferiore con il canale dei vasi femorali. La parete posteriore è caratterizzata, in senso lateromediale, dal muscolo iliaco, grande psoas e pettineo. Nell'area tra i muscoli pettineo e psoas si forma la fossa ileopettinea, rivestita dalla fascia ileopettinea.La parete anteriore è costituita dalla fascia lata, presenta centralmente la fascia cribrosa per il passaggio di numerosi vasi sanguigni (tra cui la vena grande safena) e linfatici. Nel triangolo femorale si trova inoltre la lacuna vasorum in cui si trova:ai lati l'arteria femorale; medialmente: la vena femorale; medialmente alla vena: linfonodi inguinali profondi.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 12:18:49, in Lettera S, visto n. 1053 volte)
Lo scheletro umano è composto da 208 ossa, escluse quelle sesamoidi e wormiane, completate da alcuni elementi cartilaginei (cartilagini costali, cartilagini nasali), organizzate in modo da proteggere gli organi interni. Schematicamente è diviso in tre parti: una assile (testa e tronco) costituita dalle ossa del cranio e della faccia, dalla colonna vertebrale, dallo sterno e dalle costole; una appendicolare superiore costituita dalle ossa degli arti superiori (braccio, avambraccio, mano); una appendicolare inferiore, costituita dalle ossa degli arti inferiori. Le parti appendicolari si collegano alla prima tramite i cinti scapolare (scapola e clavicola), e pelvico (osso iliaco).La testa è sostenuta dalla colonna vertebrale composta da trentatre ossa (vertebre) da cui si dipartono, lateralmente, dodici paia di ossa curve (costole) che si uniscono anteriormente allo sterno e delimitano la gabbia toracica. Lo scheletro rappresenta l'organo passivo del movimento fornendo la base d'inserzione ai muscoli che ne costituiscono la parte attiva. La maggior parte dei pezzi dello scheletro prima di ossificarsi passa per una fase cartilaginea più o meno lunga. Osservando lo scheletro e in particolare la grandezza e la conformazione del testa, le dimensioni, la forma e della robustezza delle ossa degli arti, del rilievo delle inserzioni muscolari, un antropologo è in grado di riconoscere la razza, i costumi, lo sviluppo fisico e intellettuale. In medicina legale da uno scheletro o anche da una parte di esso, è possibile, entro certi limiti, individuare il sesso, l'altezza e le abitudini di vita.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602 603 604 605 606 607 608 609 610 611 612 613 614 615 616 617 618 619 620 621 622 623 624 625 626 627 628 629 630 631 632 633 634 635 636 637 638 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 703 704 705 706 707 708 709 710 711 712 713 714 715 716 717 718 719 720 721 722 723 724 725 726 727 728 729 730 731 732 733 734 735 736 737 738 739 740 741 742 743 744 745 746 747 748 749 750 751 752 753 754 755 756 757 758 759 760 761 762 763 764 765 766 767 768 769 770 771 772 773 774 775 776 777 778 779 780 781 782 783 784 785 786 787 788 789 790 791 792 793 794 795 796 797 798 799 800 801 802 803 804 805 806 807 808 809 810 811 812 813 814 815 816 817 818 819 820 821 822 823 824 825 826 827 828 829 830 831 832 833 834 835 836 837 838 839 840 841 842 843 844 845 846 847 848 849 850 851 852 853 854 855 856 857 858 859 860
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (398)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (345)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (42)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
25
26
27
28
29
30
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate