Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito tutti i lemmi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 12:32:27, in Lettera M, visto n. 829 volte)
I muscoli sono gli organi dinamici dell'apparato locomotore, grazie alla loro capacità di contrarsi, e sono costituiti da fibre muscolari striate. Sono composti dalla parte muscolare, da quella tendinea, dalle aponeurosi e da una membrana elastica che li contiene. Si possono distinguere i muscoli in scheletrici e pellicciai. Nel primo caso, i muscoli hanno le loro inserzioni tendinee sulle ossa, mentre nel secondo caso almeno una delle inserzioni si trova a livello della cute. Contraendosi, i muscoli provocano una modifica della posizione delle ossa o delle parti molli o cutanee su cui agiscono. Un'altra differenziazione possibile si basa sulla forma; si hanno così i muscoli lunghi (ad esempio il bicipite del braccio), quelli larghi (ad esempio il grande o il piccolo pettorale) e quelli brevi (ad esempio quelli che si trovano presso le articolazioni o la colonna vertebrale). I muscoli volontari (ossia quelli di cui l'uomo comanda coscientemente l'azione) hanno nomi derivati dal tipo di azione svolta (ad esempio estensori, flessori), dal numero dei capi di inserzione (bicipite, tricipite, quadricipite), dalla direzione (retti, obliqui), dalla forma (trapezio, romboide). Infine si definisce antagonista un muscolo che effettua un'azione opposta a quella di un altro (nel braccio il tricipite estende il braccio, per cui è antagonista del bicipite, che lo flette). I muscoli volontari sono composti da fibre muscolari striate, si inseriscono su ossa o cute e si contraggono per un'azione volontaria dell'essere umano; sono ricchi di vasi sanguigni e hanno un colore rosso intenso. I muscoli involontari invece agiscono sotto il comando del sistema nervoso vegetativo, si contraggono lentamente e sono dedicati alle funzioni di digestione, respirazione, circolazione sanguigna e linfatica ecc. Si contraggono lentamente e sono costituiti da fibre muscolari lisce; si trovano soprattutto nelle pareti di visceri e vasi. Un'eccezione è rappresentata dal miocardio, il muscolo cardiaco, che è involontario ma è costituito da tessuto striato. La contrazione muscolare avviene dunque per uno stimolo diretto o per l'azione del sistema neurovegetativo. Mentre le singole fibre muscolari possono solo trovarsi in uno stato di contrazione (lo stimolo supera una certa soglia) o non contrazione (lo stimolo è inferiore alla soglia), l'intero muscolo si contrae con intensità graduale, grazie alla regolazione della quantità di fibre coinvolte. In ogni caso, il muscolo non si rilassa mai completamente; viene mantenuta una certa tensione per azione dei centri nervosi encefalici. La contrazione muscolare non è immediata: dopo lo stimolo, il muscolo impiega un periodo compreso fra 0,5 e 1 secondo per reagire; seguono quindi le fasi di contrazione e di rilassamento. I tempi di queste due fasi variano a seconda della tipologia del muscolo coinvolto. L'energia utilizzata per le contrazioni muscolari è fornita dalla scissione dell'Atp, l'acido adenosintrifosforico, una sostanza che svolge una funzione essenziale di accumulo dell'energia. L'Atp si scinde in Adp (acido adenosindifosforico) e acido fosforico, producendo energia. In seguito l'Atp viene risintetizzato partendo dall'Adp e dai gruppi fosfatici. L'ossigeno è una componente essenziale per questo processo; nel caso di carenza di questo elemento rispetto alle necessità del lavoro muscolare, il muscolo ottiene l'energia mancante riducendo ad acido lattico l'acido piruvico. Questa modalità viene adottata dall'organismo soprattutto per sforzi muscolari intensi e brevi (sollevare un peso, fare una corsa veloce ecc.).
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di medicinasalute (del 02/07/2012 @ 21:36:51, in Lettera M, visto n. 679 volte)
Sono organi composti in prevalenza da tessuto muscolare, ovvero un tessuto biologico con capacità contrattile e sono avvolti da membrana elastica che li mantiene in sede durante la contrazione. possono essere liberi nella loro parte mediana e fissarsi con le loro estremità a punti di ancoraggio che possono essere o ossa fisse, o mobili o cute o mucosa; può succedere che alcuni si inseriscono da un lato a un osso e dall’altro alla cute. I muscoli contraendosi di deformano nella posizione delle ossa o delle parti molli interessate. Sulla base della loro azione fisiologia i muscoli si dividono in volontari e involontari; in base al tipo di tessuto muscolare invece in striati e lisci. I mùscoli volontari, formato da fibre muscolari striate, si immettono sulle ossa o sulla cute tendono a contrarsi sotto azioni volontarie, sono di color rosso acceso perché vascolarizzati. I mùscoli involontari, costituiti da fibre muscolari lisce, non sono influenzati da azioni volontarie ma sono sotto il controllo del sistema nervoso vegetativo. Si presentano sottoforma di filamneti, membrane e tuniche e si ritrovano nelle pareti di visceri e di vasi ad eccezione del muscolo cardiaco (miocardio), il quale nonostante sia un muscolo involontario è composto da tessuto muscolare striato. La parte più interna del muscolo è composta da tessuto muscolare, vasi sanguigni e linfatici, e da nervi i quali possono essere motori, sensitivi oppure vegetativi. I muscoli volontari si dividono in muscoli scheletrici o profondi e muscli pellicciai o superficiali. I primi si inseriscono sulle ossa mentre gli altri presentano uno dei punti di attacco sulla cute. Sulla base della loro forma si distinguono mùscoli lunghi (es. bicipite del braccio) cioè quelli molto sviluppati in lunghezza, mùscoli larghi (es. il grande o il piccolo pettorale dalla forma triangolare) sviluppati in larghezza e i mùscoli brevi, che sono quelli che invece si trovano intorno ad un’articolazione o alla colonna vertebrale, dalla e si presentano in diverse forme: mùscoli brevi sono anche quelli che circondano orifici del corpo, come gli orbicolari e gli sfinteri. Sono definiti muscoli anche altre formazioni anatomiche i tendini, le fasce o aponeurosi, i legamenti vaginali o guaine fibrose, le guaine e le borse mucose o sinoviali. I mùscoli volontari prendono i nomi che fanno riferimento all’azione che essi svolgono come flessori, estensori, adduttori, abduttori, ecc., o in base al numero dei capi d'inserzione, bicipiti, tricipiti, quadricipiti, o alla loro direzione obliqui, retti, trasversi, o alla forma, quadrato, romboide, trapezio. In base all’azione che esercitano possono essere tra loro agonisti od antagonisti. L'insieme dei mùscoli volontari è quella chiamata muscolatura o sistema muscolare. I mùscoli involontari o lisci sono parte costituente dei visceri e organi. I muscoli tendono a contarsi sotto l'azione del sistema nervoso o per stimoli diretti. La singola fibra muscolare si contrae solo in seguito al raggiungimento di una certa intensità dello stimolo; nel muscolo nel suo insieme invece la contrazione aumenta con l'intensità dello stimolo, a soglia superata, perché entrano in reazione più fibre. Si ha tetania muscolare quando si ha una contrazione persistente causata da stimoli ripetuti oltre una certa frequenza.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 28/02/2011 @ 16:18:29, in Lettera M, visto n. 870 volte)
È il muscolo che unisce la superficie interna, chiamata anche faccia pelvica, dell'osso sacro al femore, classificandosi pertanto come muscolo esterno dell'anca. Il muscolo piriforme (musculus piriformis) Origina dalla faccia pelvica dell'osso sacro, nella regione posta a lato del secondo, terzo e quarto foro sacrale anteriore, e dal margine della grande incisura ischiatica. Dopo essere uscito dalle piccole pelvi attraverso il grande foro ischiatico (delimitato dal legamento sacrotuberoso e, sull'osso coxale dal margine osseo compreso tra la spina iliaca postero-inferiore e la spina ischiatica), si inserisce all'estremità superiore della superficie interna del grande trocantere del femore. Si tratta di un abduttore dell'anca. La sua azione è massima a 60° di flessione di anca quando perde le sue componenti di rotazione che sono: rotazione esterna prima dei 60°, rotazione interna dopo i 60° di flessione. Facendo punto fisso sul femore inclina controlateralmente il bacino e lo porta in retroversione.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 28/02/2014 @ 12:25:54, in Lettera M, visto n. 469 volte)
Muscolo masticatore appartenente ai mimici del volto che ha la funzione di elevare la mandibola. Origina dal processo zigomatico per inserirsi sul muscolo orbicolare della bocca.Si inserisce con un robusto tendine al processo coronoideo mandibolare. È ricoperto dalla fascia temporale e viene innervato dal nervo trigemino. Il muscolo temporale è coperto dalla fascia temporale, conosciuta anche con il nome di aponeurosi temporale.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 04/03/2014 @ 15:53:22, in Lettera M, visto n. 392 volte)
Muscolo volontario o involontario la cui funzione è di tendere una formazione anatomica o un organo. Sono tensori per esempio, il muscolo della fascia lata, della regione anteriore ed esterna della coscia, il muscolo del timpano che, nell'orecchio, distende la membrana timpanica.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 04/03/2014 @ 15:54:02, in Lettera M, visto n. 668 volte)
Il muscolo tensore del timpano origina dalla tuba di Eustachio e unisce l'orecchio medio alla faringe. All'inizio è un canale osseo e dopo cartilagineo. Sopra il tensore del timpano c'è il tendine del tensore del timpano che va ad inserirsi sul manico del martello. Quando viene contratto il tensore del timpano, si ha lo spostamento in senso mediale del manico del martello e quindi si avrà una maggiore tensione della membrana del timpano.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di riccardo (del 04/03/2014 @ 15:52:17, in Lettera M, visto n. 443 volte)
Muscolo flessore, abduttore e rotatore interno dell'anca. Di forma appiattita e allungata, si trova nella parte laterale dell'osso iliaco. Insieme al muscolo grande gluteo costituisce lo strato superficiale dei muscoli esterni dell'anca. Origina dalla spina iliaca antero-superiore e dall'estremità anteriore della cresta iliaca. I suoi fasci muscolari, che decorrono lateralmente rispetto allo scheletro della coscia, si inseriscono in un lungo tendine che si fonde con la fascia lata formando un ispessimento, detto tratto ileotibiale. Quest'ultimo prosegue in basso inserendosi al condilo laterale della tibia. La funzione è quella di flettere la coscia sul bacino, abdurla e ruotarla internamente. È anche uno stabilizzatore del ginocchio quando questo è esteso, a ginocchio piegato esso è in grado di fletterlo e ruotarlo esternamente. Quando prende punto fisso sulla fascia e sul condilo tibiale, inclina il bacino dal proprio lato. Inoltre stabilizza il corpo quando, nella deambulazione e nelle corse, poggia su un solo arto, quindi è importante nella stazione eretta asimmetrica, poiché è un potente stabilizzatore del bacino insieme alla muscolatura glutea. Il muscolo tensore della fascia lata è innervato dal nervo gluteo superiore.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602 603 604 605 606 607 608 609 610 611 612 613 614 615 616 617 618 619 620 621 622 623 624 625 626 627 628 629 630 631 632 633 634 635 636 637 638 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 703 704 705 706 707 708 709 710 711 712 713 714 715 716 717 718 719 720 721 722 723 724 725 726 727 728 729 730 731 732 733 734 735 736 737 738 739 740 741 742 743 744 745 746 747 748 749 750 751 752 753 754 755 756 757 758 759 760 761 762 763 764 765 766 767 768 769 770 771 772 773 774 775 776 777 778 779 780 781 782 783 784 785 786 787 788 789 790 791 792 793 794 795 796 797 798 799 800 801 802 803 804 805 806 807 808 809 810 811 812 813 814 815 816 817 818 819 820 821 822 823 824 825 826 827 828 829 830 831 832 833 834 835 836 837 838 839 840 841 842 843 844 845 846 847 848 849 850 851 852 853 854 855 856 857 858 859
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (179)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (398)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (345)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (245)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (41)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< ottobre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate