Apoptosi
Di riccardo (del 02/02/2017 @ 10:42:16, in Lettera A, visto n. 460 volte)
In moltissime funzioni fisiologiche che si svolgono nel nostro corpo le cellule muoiono "in silenzio", senza provocare reazioni nè danni all'organismo: Il processo si definisce apoptosi ed è una vera e propria morte cellulare programmata in cui la soppressione delle funzioni vitali della cellula avvengono in stati successivi e ordinati e la cellula stessa viene eliminata senza diffusione di enzimi e fattori cellulari negli spazi connettivi, senza necrosi e senza causare infiammazione. L'apoptosi è un fenomeno che si verifica continuamente durante le fasi di rimaneggiamento degli organi, quando un organo sta sviluppandosi ed alcune sue zone devono essere riassorbite per lasciare spazio alle nuove. Avviene normalmente durante la maturazione linfocitaria nelle prime fasi di sviluppo dell'immunità, quando migliaia di cloni cellulari potenzialmente autoreattivi devono essere eliminati dall'organismo e vengono selezionati solo i linfociti che reagiranno verso gli antigeni estranei. Ma oltre ad una apoptosi fisiologica può essercene una di tipo patologico, quando le cellule di tessuti soggetti a stress ossidativi, o a reazioni autoimmuni o a fattori lesivi di altro tipo, innescano il processo di morte celulare programmata. Questa perdita non fisiologica di cellule può portare a vere patologie. Per esempio, può verificarsi un progressivo indebolimento del miocardio ed uno scompenso cardiaco congestizio, oppure può esserci una perdita di motoneuroni nel tessuto nervoso e si possono istaurare sindromi neurologiche con deficit motori, oppure la morte cellulare può interessare un organo ghiandolare e causare deficit di funzioni endocrine quale quella tiroidea, o pancreatica, o ipofisaria.