Esantema
Di riccardo (del 02/05/2014 @ 13:37:46, in Lettera E, visto n. 475 volte)
Eruzione cutanea di pustole, vescicole e bolle, tipica, ma non esclusiva, di alcune malattie che colpiscono bambini, come il morbillo, la rosolia, la varicella, note appunto come malattie esantematiche. ╚ per lo più di origine virale. Per individuare la tipologia della malattia infettiva è necessario controllare diverse caratteristiche: Il tempo, ossia quanto ne passa fra la comparsa dei primi sintomifino a quando compare l'esantema; Il luogo, dal momento che in diverse malattie infettive, che interessano soprattutto i bambini, l'esantema si manifesta prima in una specifica parte del corpo, per poi diffondersi; L'estensione: in base alla densità più o meno marcata nella persona; La composizione: spesso la comparsa dell'Esantema non è l'unica eruzione cutanea nella persona. Di caso in caso, è possibile trovare eritema, papula, pustola, vescicola, punto, crosta, desquamazione, bolla, cicatrice e macula. Per quanto riguarda la terapia, in alcuni casi l'esantema scompare da sola nel giro di pochi giorni, insieme alla malattia associata. Per alcuni tipi di malattie esantematiche si può ricorrere alla vaccinoprofilassi. La terapia consiste nella somministrazione di virus vivi attenuati, ossia che hanno perso la loro virulenza dopo un trattamento di laboratorio, con lo scopo di stimolare la produzione di anticorpi specifici contro l'agente patogeno. Le malattie cosiddette esantematiche sono: Morbillo o "prima malattia"; Scarlattina o "seconda malattia"; Rosolia o "terza malattia"; Quarta malattia; Eritema infettivo o "quinta malattia"; Esantema critico o "sesta malattia"; Varicella (nel bambino) o Herpes zoster (nell'adulto); Vaiolo; Malattia di Kawasaki