Ersinia Pestis
Di riccardo (del 24/04/2014 @ 15:44:02, in Lettera E, visto n. 843 volte)
Detta anche Yersinia pestis, è un microorganismo che fa parte della famiglia Enterobacteriaceae bacillo gram-negativo asporigeno aerobio mobile o immobile. E' patogeno per mammiferi (tra cui l'uomo) e alcune specie di uccelli. Provoca la peste e si tratta di una zoonosi (di topi, ratti, scoiattoli, conigli, lepri, marmotte..) trasmessa attraverso le pulci (le quali rigurgitano il contenuto batterico al pasto successivo). L'animale risulta pestigeno e pestifero. Se il batterio viene inoculato dalla pulce all'interno dell'organismo umano, i monociti e i granulociti polimorfonucleati (neutrofili)fagocitano il bacillo. Solo i neutrofili sono nelle condizioni di degradare il batterio, che invece vive all'interno dei monociti dove sviluppa degli antigeni (frazione I, antigene V, antigene W) i quali gli danno un certo potere antifagocitario. A determinare il potere patogeno del batterio potrebbe essere anche la tossina murina.L'incubazione è di 2-7 giorni e vengono distinte tre forme: peste bubbonica, provocata dalla proliferazione nei linfonodi con conseguente necrosi. Se non curata, evolve in setticemia e può talvolta diventare polmonite secondaria; peste polmonare, trasmessa tramite le vie aeree. E' una forma di una polmonite primaria che porta al decesso in meno di 4 giorni; peste setticemica, tipologia più rara ma resa letale dall'infezione generata nel sangue dopo la puntura del parassita.