Erogene zone
Di riccardo (del 18/04/2014 @ 17:16:14, in Lettera E, visto n. 444 volte)
Punti o regioni del corpo adatte a raccogliere o esprimere eccitamento sessuale. Le zone erogene più comuni sono i genitali, la cui stimolazione anche breve genera sensazioni di eccitazione sessuale e piacere. Altre due zone erogene sono i capezzoli e l'ombelico. Altre zone sono invece all'esperienza individuale ed alle preferenze, come la zona perianale ed altre aree particolarmente sensibili del corpo, il retro delle ginocchia e la punta del gomito (in genere tramite frizione circolare della pelle).Molto noto è il punto G, una formazione anatomica situata nella parete interna della vagina, che stimolata in modo profondo provoca un piacere intenso e, talvolta, l'eiaculazione femminile.