Eritema nodoso
Di riccardo (del 07/04/2014 @ 14:10:05, in Lettera E, visto n. 767 volte)
Detto anche eritema contusiforme, è un'ipodermite in prevalenza settale ad andamento acuto o subacuto i cui sintomi generali sono febbre, mialgie, astenia, cefalea e nodosità ipodermiche più spesso situati agli arti inferiori. I noduli hanno aspetto rotondeggiante e sono dolenti alla palpazione, caldi al tatto e di consistenza duro-elastica. La variazione di colore di tipo contusiforme dal rosso vivo al giallo verdastro è tipica della malattia. L'eziologia appare molteplice e consiste in infezioni batteriche virali o fungine, assunzione di farmaci, malattie sistemiche, tubercolosi, sarcoidosi, malattie autoimmuni . L' eritema nodoso è una vasculite che fa seguito alla deposizione di immunocomplessi nei piccoli vasi venosi dei setti connettivali dell'ipoderma. La terapia prevede soprattutto la rimozione della causa, e, dove sia possibile, nella somministrazione di salicilati e di cortisone nei casi più gravi.