Timpanosclerosi.
Di riccardo (del 12/03/2014 @ 11:16:03, in Lettera T, visto n. 2296 volte)
Sclerosi della membrana del timpano caratterizzata da alterazione irreversibile e aspecifica della mucosa dell’orecchio medio consecutiva ad un processo infettivo-infiammatorio cronico. Interessa abitualmente la membrana timpanica (miringosclerosi) e l’epitimpano coinvolgendo la catena ossiculare e la regione della finestra ovale nonché l’apparato tendineo-ligamentoso (tendine stapediale e tensore del timpano) determinando una limitazione della motilità. Il fattore eziologico principale è rappresentato da un processo flogistico cronico o acuto ricorrente dell’orecchio medio, sia di natura purulenta che sierosa-catarrale con alterazioni del timpano quali ispessimenti, zone di atrofia, aderenze agli ossicini e al promontorio, formazione di placche calcaree, perforazioni ecc. Un’altra causa importante è il trauma mucoso come testimonia l’elevata incidenza di miringosclerosi dopo posizionamento di drenaggio transtimpanico. Rappresenta l'esito cicatriziale di processi infiammatori catarrali acuti o cronici, o di otiti medie purulente La timpanosclerosi si manifesta con sordità di trasmissione progressiva, o di tipo misto, e con acufeni. l trattamento della timpanosclerosi è esclusivamente chirurgico, con l’obiettivo di chiudere il difetto della membrana timpanica e mobilizzare la catena ossiculare attraverso un intervento di miringo-ossiculoplastica. Abbastanza frequente è un risultato funzionale poco soddisfacente, soprattutto quando la patologia interessa l’epitimpano.In caso di fissità ossiculare, oltre a rimuovere le placche calcifiche della membrana timpanica e dell’orecchio medio, può rendersi necessario asportare la testa del martello e l’incudine, sezionando il tendine sospensore del martello.