Elettroterapia
Di riccardo (del 03/03/2014 @ 13:30:06, in Lettera E, visto n. 540 volte)
Metodo fisioterapico utilizza impulsi elettrici per fornire stimoli eccitomotori su nervi o muscoli. Può indurre effetti sedativi nella terapia delle nevralgie e artralgie, ed effetti termici nella cura dei dolori articolari e artrosici. L'elettroterapia può sfruttare la corrente continua o la corrente alternata. I trattamenti elettroterapici che si avvalgono della corrente continua prendono il nome di galvanizzazione e ionoforesi(applicazione di correnti continue di pochi mA/cm2 al fine di veicolare dei farmaci per via cutanea), mentre i trattamenti elettroterapici in corrente alternata sono suddivisi in: corrente alternata a bassa frequenza: utilizzo di correnti diadinamiche, elettrolipolisi e TENS; corrente alternata a media frequenza: utilizzo di correnti interferenziali, medie frequenze modulate, correnti di Traebert e treni d'impulsi; corrente alternata ad alta frequenza: correnti rettangolari, correnti triangolari, corrente faradica e correnti di Kotz.