Rumore
Di riccardo (del 24/01/2014 @ 12:27:28, in Lettera R, visto n. 484 volte)
Termine con cui viene indicata qualsiasi stimolazione acustica. Assume una particolare importanza in relazione alla perdita della sensibilità uditiva. Questa può essere di natura fisiologica, legata all'aumentare dell'età e alla continua esposizione ai rumori esterni, ma può essere anche dovuta a sordità professionale. Il rumore agisce sull'organo del Corti, danneggiandone le cellule sensoriali ciliate prima reversibilmente e poi irrecuperabilmente. Esistono dei protettori auricolari per la prevenzione dei danni acustici, come cuffie, tappi di cera o di altro materiale, che diminuiscono l'intensità dei rumori che giungono all'orecchio. In semeiotica medica viene definito rumore qualsiasi suono abnorme prodotto da organi, come cuore e polmoni, che presentano funzioni fisiologiche necessariamente accompagnate da suoni e dotati di particolari caratteristiche foniche considerate normali.