Occipitale, osso.
Di riccardo (del 05/11/2013 @ 15:53:22, in Lettera O, visto n. 635 volte)
Osso piatto che contribuisce alla formazione della regione mediana e postero-inferiore del cranio, in corrispondenza della nuca. L'osso occipitale ha una forma trapezoidale curvata su sé stessa. In esso si considerano: - una squama, situata posteriormente al foramen magnum; - due parti condiloidee (o porzioni laterali), situate lateralmente al foramen magnum; - un corpo basilare, che si trova anteriormente al foramen magnum. Presenta inferiormente il foro occipitale, che pone in comunicazione la cavità cranica con il canale vertebrale ed è attraversato dal midollo allungato, da nervi e vasi. Si articola, inferiormente, con la prima vertebra cervicale, detta atlante. Per la sua posizione, costituisce gran parte della porzione posteriore della base del cranio e accoglie e sostiene, nella sua concavità, alcuni visceri molto importanti: gli emisferi cerebellari, i lobi occipitali degli emisferi cerebrali, alcuni seni venosi della dura madre. L'estremità anteriore dell'osso occipitale presenta una formazione ristretta, denominata clivo, che si continua con il dorso della sella turcica dell'osso sfenoide, nella quale è alloggiata l'ipofisi.