Cisti mascellari.
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 17:37:56, in Lettera C, visto n. 575 volte)
Strutture cavitarie, tondeggianti, epitelizzate, a contenuto liquido, annidate nelle ossa mascellari, che originano da formazioni tessutali diverse. Hanno crescita continua ed espansiva, con progressiva deformazione e distruzione del tessuto osseo. Si suddividono in odontogene, disontogenetiche e pseudocisti. Dopo una prima fase asintomatica, le cisti mascellari esordiscono con la deformazione espansiva, non dolorosa. Complicazioni frequenti: infezioni e suppurazione. La terapia, chirurgica, mira all'asportazione completa della parete cistica e alla bonifica dell'elemento dentario responsabile della cisti mascellare stessa.