Mediastinica, sindrome
Di medicinasalute (del 22/05/2012 @ 07:57:22, in Lettera M, visto n. 1832 volte)
Condizione clinica che è arrecata dalla compressione degli organi del mediastino e caratterizzata da sintomi di compromissione circolatoria e respiratoria. Qualunque formazione espansiva che si origina nel mediastino come linfomi, timomi, cisti dermoidi, aneurismi aortici, gozzi tiroidei retrosternali e tumori neurogeni comprimono le strutture adiacenti (vasi, bronchi, nervi), così come gli esiti cicatriziali di mediastinite o processi infiltrativi tumorali che causano una condizione simile a quello che si ha con le formazioni espansive. Se vengono compromessi trachea e bronchi causa dispnea e tosse, secca e stizzosa, nel caso invece dell’ esofageo si ha disfagia a cui può legarsi disfonia per paralisi di una corda vocale in seguito a danneggiamento del nervo ricorrente. Se lo schiacciamento interessa i tronchi venosi presenti nel mediastino è ostacolato il ritorno venoso del sangue al cuore, di conseguenza aumenta la pressione venosa nei distretti a monte del punto di ostacolo, causando turgore delle vene giugulari, ipertensione endocranica (cefalea, vertigini, sonnolenza) e, l'edema "a mantellina" ovvero cianosi diffusa a palpebre, volto, collo e fosse sovraclaveari