Malassorbimento
Di salute (del 26/11/2011 @ 13:30:19, in Lettera M, visto n. 866 volte)
Riduzione dell'assorbimento di sostanze nutritive(proteine, zuccheri, grassi, vitamine e minerali) a livello intestinale, il paziente quindi non assimila. Le cause possono essere molteplici e sono legati ai difetti della mucosa intestinale (morbo di Crohn, il morbo celiaco, le sprue tropicale); le infezioni come la parassitosi; assunzione di farmaci (lassativi, colestiramina); patologie cardiovascolari (ischemia intestinale, scompenso cardiaco); e patologie sistemiche (diabete, ipertiroidismo) L’individuo affetto da questa sindrome perde peso, è denutrito, disidratato, anoressico. I sintomi sono variabili: diarrea (alterato assorbimento o aumentata secrezione di acqua ed elettroliti), steatorrea (aumentata escrezione fecale di grassi normalmente inferiore a 7 gr al giorno), flatulenza e sensazione di pancia gonfia, dovuta alla fermentazione batterica di zuccheri non assorbiti, anemia, disturbi ossei, eruzioni cutanee. Segni indiretti possono essere la glossite, la cheilosi angolare e la stomatite, espressione di deficit di ferro, vitamina B12 ed altre vitamine Dall’esame chimico-fisico delle feci e quello batteriologico-parassitario si ricava la diagnosi.