Enterorragėa -
Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

\\ Enciclopedia Medica : Articolo
Enterorragėa
Di riccardo (del 14/03/2014 @ 18:28:17, in Lettera E, visto n. 505 volte)


Emorragia intestinale, con sangue che proviene da un tratto non meglio precisato del tubo digerente. Le cause possono essere malformazioni congenite all'ulcera peptica, infezioni e traumi. I disturbi consistono nella comparsa di sangue rosso vivo oppure nerastro nelle feci, raramente nella presenza di sangue nel vomito, frequentemente in borborigmi e a volte in dolori addominali crampiformi; nel caso di forti emorragie, possono manifestarsi sintomi e segni sistemici di anemia, fino ad arrivare alla disidratazione e allo shock. La diagnosi consiste sulla ricerca del punto di sanguinamento, se raggiungibile per via endoscopica superiore o inferiore; ecografia e TAC sono in grado di rivelare la presenza di ematomi o raccolte sanguigne intraddominali, ma - nei casi in cui ci siano dei dubbi - può essere necessaria l'esecuzione di una scintigrafia con emazie marcate (tecnica diagnostica che ricorre all'inoculazione di globuli rossi radioattivi). Talora, specialmente nell'evenienza di forti o frequenti emorragie, è necessario ricorrere a una laparotomia esplorativa. Dal punto di vista terapeutico, l'impiego della somatostatina o della glipressina ha consentito di limitare il ricorso alle trasfusioni di sangue, mentre l'endoscopia, quando le lesioni non sono situate nell'intestino tenue, ha permesso con l'uso del laser e della elettrocoagulazione di evitare molti interventi chirurgici. Altrettanto efficace si è dimostrata l'embolizzazione in corso di arteriografia del circolo sanguigno che rifornisce il tubo digerente, soprattutto nelle lesioni sanguinanti non raggiungibili per via endoscopica (cioè tutte quelle localizzate nell'intestino tenue, nel fegato, nel pancreas e nell'intestino cieco).

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Commenti
Inserire solo modifiche al testo citato. Per le domande ai medici Inseriscile nel forum medico
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA

QUI Non inserire domande. Solo modifiche alla voce
Link per andare sul forum dei medici

Soprannome o nickname
Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (179)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (398)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (345)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (245)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (41)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi pių cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< marzo 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie pių cliccate